Roma, anziano trovato morto nel canale: si era lanciato da un ponte

·1 minuto per la lettura
cadavere canale
cadavere canale

Drammatica scoperta nella serata di venerdì 12 marzo. Il cadavere di un uomo è stato rinvenuto nel canale navigabile del porticciolo di Fiumicino. A trovarlo un passante, che si è accorto della presenza del corpo. Immediatamente ha avvertito le forze dell’ordine. Le indagini hanno rivelato che l’anziano si era suicidato il 3 marzo scorso gettandosi nel Tevere dal Ponte Marconi di Roma.

Il cadavere nel canale

Il cadavere rinvenuto nel canale navigabile di Fiumicino era in evidente stato di decomposizione. Per dieci giorni è rimasto in acqua, prima di tornare a galla in un punto visibile ai passanti. L’uomo, 83 anni, il 3 marzo scorso era uscito di casa lasciando alla famiglia un bigliettino in cui manifestava l’intenzione di compiere l’estremo gesto. Alcune persone, nelle ore successive, lo avevano visto togliersi la vita, gettandosi dal Ponte Marconi.

Il drammatico ritrovamento del cadavere ha tolto ogni dubbio. Gli uomini della Capitaneria di Porto di Roma, con l’aiuto dei vigili del fuoco e degli agenti delle forze dell’ordine, hanno recuperato la salma dalle acque e l’hanno trasportata in ospedale. Qui, come disposto dal magistrato di turno, verrà effettuata l’autopsia per chiarire nei dettagli la causa del decesso.