Roma, arrestati Salvatore Casamonica e una... -3-

Nav

Roma, 14 feb. (askanews) - Le accuse nei confronti dell'avvocatessa Lucia G. Il 13 dicembre 2017 l'avvocatessa è andata in un ristorante a Grottaferrata (RM) dove, di lì a poco, sarebbe iniziata la riunione illecita, suscitando lo stupore di uno dei presenti ("…Ho paura di tutti questi delinquenti che stanno a questo tavolino… l'avvocato, mamma mia che coraggio che ha! Mamma mia… in mezzo a tutti questi scatenati…").

Ma - come riporta il gip di Roma nell'ordinanza - "…la presenza dell'avvocato… non era affatto casuale", tant'è che Casamonica e "Diabolik" iniziavano a parlare della necessità di avviare il processo di pacificazione fra le due fazioni egemoni nel territorio di Ostia solo quando il professionista giungeva al ristorante. D'altronde, la pace da imporre sul litorale si inseriva in un momento storico particolarmente complesso per il clan Spada, dovuto allo stato di detenzione dei propri vertici Ottavio Spada detto "Marco" e Roberto SPADA (per il fermo conseguente all'aggressione ad un giornalista della Rai).

Alle limitazioni cui era soggetto il capo indiscusso della consorteria, Carmine Spada detto "Romoletto" (sottoposto all'obbligo di dimora e vittima di due tentati omicidi nel novembre del 2016) e al fatto che i capi e numerosi sodali del clan Fasciani, federati agli Spada, erano detenuti da anni.