Roma, arrestati Salvatore Casamonica e una avvocatessa

Nav

Roma, 14 feb. (askanews) - Concorso in associazione a delinquere di stampo mafioso. Per questa accusa gli investigatori della Guardia di finanza del comando provinciale della Capitale hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di una avvocatessa del foro di Roma e di Salvatore Casamonica, esponente dell'omonimo clan. Nel blitz dei militari denominato 'Tom Hagen' si fa riferimento anche alla vicenda del capo ultrà laziale ucciso a Roma Fabrizio Piscitelli detto Diabolik.

Secondo gli inquirenti, in particolare, la giovane avvocatessa, Lucia G., finita oggi agli arresti domiciliari, avrebbe fatto da garante per mantenere una pax mafiosa, assieme a 'Sasà' Casamonica ed a Piscitelli. Il senso dell'azione dei diversi soggetti in campo era scongiurare una guerra tra clan a Ostia. Salvatore Casamonica è già in carcere al 41 bis.