Roma, Asia e Usb: sfrattati e in strada 4 bambini, uno con autismo -2-

Red/Gtu

Roma, 20 gen. (askanews) - Così l'Associazione inquilini e abitanti, federata con l'Usb, ricostruisce la vicenda: Marina, dopo essere stata sfrattata da una casa privata per morosità incolpevole, attiva nel 2016 il primo buono casa con il Comune. A giugno 2018 viene sfrattata dalla banca, che era la vera proprietaria dell'immobile sul quale il Comune aveva attivato il buono casa. Marina, si mette alla ricerca di un altro alloggio, invia il nuovo contratto al dipartimento comunale che aveva avallato tutta l'operazione, ma poi tutto si blocca.

"Da luglio 2018 a oggi - ricordano Asia-Usb - il Comune di Roma non ha pagato l'affitto e il proprietario ha avviato una nuova procedura di sfratto", e "si conclude così, con lo sfratto di questa mattina, un'assurda vicenda che fa emergere le vere responsabilità dell'amministrazione comunale, più interessata a condurre una guerra alle famiglie più deboli che a trovare soluzioni".