Roma, Asia-Usb: Comune minaccia sfratto a inquilini del Centro -3-

Sis

Roma, 10 mar. (askanews) - "Con questa delibera la Giunta Raggi vuole favorire i processi di espulsione dei ceti popolari dal centro storico, incoraggiando la privatizzazione e la trasformazione illegale del patrimonio pubblico in B&B, come sta già succedendo sia in zona Termini che a Testaccio e in altre zone centrali e meno centrali della nostra città, con simile comportamento anche da parte dell'Ater di Roma - sottolinea la nota -. L'ASIA-USB invita la città popolare alla mobilitazione e chiede alle forze politiche che siedono nel Consiglio di Roma Capitale l'approvazione di un provvedimento che difenda i centri storici dall'esodo degli abitanti e impedisca l'espulsione dei ceti popolari dalle case del patrimonio pubblico (zone Termini, Testaccio, Garbatella, ecc.); abroghi la vergognosa delibera 133/2018 e cancelli ogni suo atto conseguente; riporti al patrimonio indisponibile il patrimonio reso disponibile, anche se finanziato con contributo pubblico, con delle opache forzature normative; impedisca la trasformazione e la privatizzazione di questi alloggi, incoraggiando così i processi di turistificazione (B&B) e gentrificazione".