Roma, Baglio(Pd): retromarcia Raggi su raccolta porta a porta

Sis

Roma, 16 gen. (askanews) - "Dopo aver speso centinaia di milioni sul porta a porta, oggi apprendiamo dai dirigenti dell'Ama, convocati in Commissione Trasparenza, che i 5 stelle hanno inserito la retromarcia. Il VI Municipio, che insieme al X era uno dei progetti su cui il Campidoglio ha investito di più, è tornato ai vecchi cassonetti stradali e il IV sta pressando l'azienda per abbandonare la raccolta differenziata casa per casa". Così in una nota la consigliera del PD capitolino Valeria Baglio. "Tornare ai cassonetti stradali, dopo che per tre anni abbiamo sentito parlare questa maggioranza su quanto fosse importante investire sul porta a porta per aumentare la differenziata, sa di provocazione - continua Baglio -. L'inversione di tendenza annunciata quest'oggi, con la scusante che alcune zone poco si prestano a questo tipo di raccolta, mette a nudo la debacle della giunta Raggi che nei mesi scorsi si è auto-incensata con ripetuti annunci trionfalistici sui risultati raggiunti nella zona del Ghetto". "Migliaia di famiglie - spiega Baglio - tornano a conferire rifiuti nei cassonetti, e la raccolta torna ad essere quella stradale per migliorare la performance aziendale. Milioni di euro andati in fumo per demagogia e schizofrenia ideologica. Milioni di euro buttati mentre la città è sempre più assediata dall'immondizia e l'Ama è ancora senza bilanci 2017 e 2018 e senza un piano industriale", conclude.