Roma, Benvenuti: in caso di maltempo, città è in ginocchio -2-

Red/Nav

Roma, 22 dic. (askanews) - E non si può contare poi "il problema sulle ripiantumazioni: gli alberi messi a dimora nel 2012 furono 1.830, e nel 2017 la cifra è sensibilmente scesa, attestandosi a 120. Le procedure per il bando sulle potature avviato nell'aprile 2017, si è concluso solamente due anni dopo, un iter amministrativo impensabile soprattutto se consideriamo il tema urgente della manutenzione del verde pubblico".

"Da tempo - ricorda Benvenuti - abbiamo lanciato l'allarme delle potature, tanto che circa tre anni fa abbiamo regalato alla prima cittadina un albero consegnandolo in Campidoglio proprio per lanciare l'allarme. Su 330.000 alberature a Roma, ad oggi a noi risultano 86.000 circa a rischio crollo".

"Vorremmo ancora una volta ricordare - prosegue Benvenuti - che la Capitale d'Italia è la città con più ettari di verde d'Europa, per estensione e varietà, per bellezze storico-archeologico, paesaggistiche ed architettoniche delle proprie ville. Patrimonio ambientale che rappresenta il 67% del territorio comunale, ovvero 85mila ettari sui 129 mila, ma che per mancanza di manutenzione in questi ultimi tre anni da risorsa si è trasformata in un pericolo per caduta di alberi e rami e per l'insicurezza nei parchi. Necessario ed urgente -sottolinea Benvenuti - cambiare radicalmente metodo di gestire il verde e le alberature a Roma per non danneggiare ulteriormente la città, l'ambiente, evitare pericolo di incolumità per i cittadini, danneggiare ulteriormente l'immagine della Capitale".