Roma, Berlusconi rilancia Bertolaso ma stallo in centrodestra

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Centrodestra sempre in alto mare per la scelta del candidato sindaco di Roma. Oggi Silvio Berlusconi rilancia su Guido Bertolaso (''Rimango del parere che Guido rappresenti un'assoluta eccellenza, un uomo che ha dimostrato grandi capacità nelle situazioni più difficili''), ma l'ex capo della Protezione civile non convince gli alleati, Lega e Fdi.

Matteo Salvini, raccontano, lo terrebbe ancora in considerazione in quanto candidato del Cav che merita rispetto, ma parte del Carroccio sarebbe perplessa, mentre Fdi non avrebbe del tutto mollato sul suo nome, l'attuale presidente della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca. Allo stato, insomma, la carta Bertolaso non sarebbe bruciata, ma sarebbe sul tavolo dei leader di centrodestra, insieme ad altre, che restano coperte.

Dentro Fi c'è chi invita a fare presto, a prendere una decisione, soprattutto ora che il centrosinistra è in confusione e sembra ritornato alla casella zero come nel più classico dei giochi dell'oca, dopo l'assoluzione di Virginia Raggi.

''Bertolaso - assicura il senatore di Fi Francesco Giro, considerato molto vicino a Salvini - oggi è l'unico candidato in grado di vincere al primo turno. La Raggi dopo la sua seconda assoluzione di fila è più forte, guai a sottovalutarla. E il Pd ha più non-candidati che candidati...''. Non a caso, Italia Viva, per bocca del deputato Luciano Nobili, si chiede: ''Buffa l'idea di alleanza elettorale fra Pd e Cinque Stelle rilanciata oggi da Franceschini, con Conte candidato premier. Ho solo una domanda: sul sindaco di Roma, quindi, che fanno? Candidano la Raggi? Auguri, noi no", avverte l'esponente renziano.