Roma, bilancio approvato dopo maratona notturna

webinfo@adnkronos.com

Si è conclusa nella notte, dopo otto sedute, la maratona sul Bilancio a Roma. L'assemblea capitolina ha approvato con 26 voti favorevoli e 5 contrari, quelli dei consiglieri di opposizione Maurizio Politi (Noi con Salvini), Andrea De Priamo (FdI), Francesco Figliomeni (FdI), Davide Bordoni (FI) e Giulio Pelonzi (Pd), il Bilancio di previsione 2000-2020 che istituisce un fondo da 100 milioni per finanziare i piani industriali delle partecipate di Roma Capitale, in realtà dovrebbero servire per costruire la nuova discarica, e un fondo rotativo, al momento da 90mila euro, per completare le opere pubbliche nei piani di zona.  

Una Manovra che prevede una spesa corrente per il 2020 di oltre 5 miliardi. Per le opere pubbliche nei prossimi tre anni sono previsti 1 miliardo e 120 milioni di euro, di cui circa 230 milioni per i municipi. Un Bilancio che ha provocato tensioni nella maggioranza, con malumori tra i consiglieri fino ad arrivare alla scelta di Nello Angelucci di dimettersi.  

''Conti in ordine, nuovi investimenti, servizi sociali garantiti a tutti i cittadini. Con lo #SbloccaRoma 2020, il Bilancio di previsione approvato nella serata di ieri dall’Assemblea Capitolina, la città entra nel nuovo decennio con le risorse necessarie a favorire la crescita e lo sviluppo urbano dei territori'', scrive in un post su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi.  

''Voglio ringraziare -aggiunge- l’assessore al Bilancio Gianni Lemmetti e tutti i consiglieri capitolini. Ancora una volta la Capitale è tra le prime città in Italia ad approvare il bilancio di previsione, con anticipo rispetto alle scadenze di legge. Approvare i bilanci in tempo non è una banalità, soprattutto in una città in cui in passato questo avveniva a mesi di distanza dal termine previsto dalle norme: circostanza che portava a non poter programmare le spese, a moltiplicare il ricorso ai debiti fuori bilancio che oggi stiamo ancora pagando, a non poter garantire i servizi essenziali ai cittadini''. 

''Significava -prosegue la sindaca- non poter dare assistenza alle persone più fragili, mentre con questa manovra possiamo confermare l’impegno a favore di chi ha più bisogno: per questo abbiamo aumentato le risorse per i servizi sociali, passando dai 399 milioni di euro del 2019 agli oltre 450 milioni di euro stanziati per il 2020''. 

''Il Bilancio di previsione 2020-2022, inoltre, - continua Raggi -prevede oltre 1 miliardo e 200 milioni di investimenti nei prossimi tre anni: soldi destinati alle opere pubbliche, alle strade, alle piazze, alle scuole, ai mercati, al verde, ai trasporti, alle infrastrutture che possono migliorare la qualità della vita in tutti i quartieri. Oltre 200 milioni vanno direttamente ai Municipi per interventi sul territorio, più del doppio rispetto all’anno scorso. Alla manutenzione straordinaria delle strade di grande viabilità destiniamo oltre 120 milioni di euro e ai trasporti 690 milioni di euro fino al 2022. La Metro C andrà avanti e la nostra città potrà beneficiare di nuovi autobus per rendere più agevoli gli spostamenti e avvicinare i quartieri''. 

''Abbiamo inserito in bilancio solo gli interventi con progetti che possano trasformarsi rapidamente in cantiere. Sono opere che vogliamo vedere realizzate il prima possibile. Perché vogliamo una città più vivibile, soprattutto nelle periferie, e uno sviluppo sostenibile e attento ai più deboli''.