Roma, blitz contro slot machine abusive a San Paolo

Cro-Mpd

Roma, 28 feb. (askanews) - Gli agenti del commissariato San Paolo, a Roma, hanno scoperto che in un esercizio commerciale nella zona di Pian Due Torri, il gestore aveva attivato una sala slot senza alcun collegamento telematico alla rete dei Monopoli di Stato, quindi completamente abusiva. Dal controllo effettuato dagli investigatori nella giornata di ieri, è emerso che il titolare aveva posizionato 7 slot machine, nessuna di queste collegate con la rete telematica AAMS. Una di queste macchinette riproduceva in pieno le regole del poker accettando per il pagamento delle partite esclusivamente banconote da 5/ 10/ 20/ 50 euro, e permetteva di accumulare punti che poi venivano pagati con denaro contante direttamente dal gestore.

Le altre 6 slot, non solo non erano collegate alla rete AAMS e mai state censite come attive da quella Amministrazione, ma non risultavano neanche corrispondere alle caratteristiche e alle prescrizioni di legge e, per tale ragione, venivano sequestrate amministrativamente e messe a disposizione dei Monopoli di Stato. Sul retro di alcune slot machine venivano, inoltre, rinvenuti e sequestrati alcuni falsi Nulla osta di messa in esercizio e Nulla osta di distribuzione. All'interno delle slot veniva rinvenuta la somma di euro 1270, poi sequestrata amministrativamente. I poliziotti hanno contestato al titolare e al gestore delle slot sanzioni amministrative per un importo pari a 180.000 euro.(segue)