Roma, Bordoni (Lega): spy story bus israeliani comprati da Raggi

Sis

Roma, 28 gen. (askanews) - "La Raggi cerca un ruolo di prim'ordine all'interno del Movimento 5 Stelle in vista della sfida per Roma, evidentemente ha bisogno di maggiori poteri anche per far luce sulla sorte degli autobus israeliani che secondo la stampa sarebbero finiti in Marocco dopo la rescissione di Atac perchè non a norma per la Motorizzazione". Lo dichiara in una nota il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier, Davide Bordoni. "Una vera spy story nella mobilità romana fatta di complesse vicende giudiziarie in cui si intravede il colpevole ma a rimetterci sono solo i cittadini", aggiunge Bordoni. "La Raggi ha pagato degli autobus per tenerli in deposito; ben 70 mezzi Euro 5 che non potendo essere reimmatricolati secondo direttive comunitarie sono tornati indietro senza neanche aver fatto un Km a Roma dove tra metro perennemente rotte e stazioni chiuse la qualità dell'aria non fa che peggiorare ma l'invito del Comune ai cittadini resta quello di utilizzare il trasporto pubblico", spiega Bordoni. "Una ironia molto amara che non farà di certo sorridere la Corte dei Conti a cui stiamo valutando di presentare un esposto se la commissione Mobilità da me richiesta sulla vicenda non darà adeguate e dovute spiegazioni", conclude Bordoni.