Roma, Bordoni (Lega): ville e parchi sprofondano nel degrado

Sis

Roma, 26 feb. (askanews) - "Ville e parchi di Roma sprofondano nel degrado più totale. Il polmone verde della Capitale articolato nel suo complesso di ville storiche e giardini e' avvolto nell'incuria. Sempre più frequenti gli interventi spontanei dei volontari che sopperiscono alle carenze dell'amministrazione ma il verde non può essere affidato solo alla buona volontà dei cittadini. Che aspetta il Campidoglio ad intervenire?". Così il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier, Davide Bordoni, chiedendo la convocazione della Commissione Ambiente, di cui è vicepresidente, per chiedere accertamenti sulla programmazione degli interventi. "Nella Capitale - aggiunge Bordoni - il declino sembra non avere fine: rifiuti, erba incolta e resti di accampamenti abusivi hanno preso il sopravvento per l'incapacità di decidere della Giunta che va a rilento sull'aggiudicazione delle gare per ripristinare l'ordine e soprattutto la pulizia. Da mesi nelle aree verdi della Capitale non viene effettuato nessun tipo di manutenzione, sfalcio dell'erba, potatura delle piante, riqualificazione, pulizia dei cestini e in alcuni casi sono chiusi al pubblico addirittura i servizi igienici. Mentre villa Borghese, villa Ada, villa Pamphilj e Castel Fusano attendono la manutenzione orizzontale e verticale del verde in via di Valle Aurelia cade a terra un altro albero che manda al pronto soccorso del Santo Spirito un passante che pretende le scuse della sindaca. La Raggi e la sua maggioranza scaricano la responsabilità sugli Uffici quando invece e' chiara la loro incapacità a gestire il verde di Roma Capitale".