Roma, bus contro albero: sequestrato mezzo e telefonino autista

Gtu

Roma, 16 ott. (askanews) - Mercoledì mattina, poco dopo le 9, ora di punta a Roma, il bus di linea 301 dell'Atac è sulla via Cassia, pieno di passeggeri, sbanda, all'altezza del civico 481, e si schianta contro un pino.

Arrivano i vigili del fuoco, liberano i passeggeri rimasti chiusi nel bus, le auto della polizia locale chiudono il traffico e 12 ambulanze portano via i feriti. Una cinquantina, più di trasportati con l'ambulanza, altri nel corso della giornata sono andati da soli, 10 i codici rosso, 9 passeggeri e l'autista, non gravi la maggior parte per ferite da contusioni, altri con fratture. Perché è successo è ancora tutto da accertare, sulla vicenda indaga la polizia locale e la procura ha aperto un fascicolo per lesioni, mentre Atac ha avviato un'inchiesta interna.

Gli agenti della municipale stanno aspettando di parlare con l'autista, è in ospedale, ancora in stato confusionale. E' risultato negativo ai test alcolemici e tossicologici. Aspettano anche di avere il suo quadro clinico completo per escludere malori. Intanto è stato sequestrato il suo cellulare, gli accertamenti tecnici potranno dire se la sbandata è stata causata magari da distrazione per una telefonata. Sequestrato anche l'autobus, per verificare se ci si stato un guasto o un malfuzionamento. Non sarebbe la prima volta che accade ai bus della capitale. Nei prossimi gironi saranno sentiti anche i testimoni, i passeggeri.

Intanto il pino sulla via Cassia, ormai pericolante, è stato abbattuto.