Roma, cade calcestruzzo da cavalcavia su A12: chiusa carreggiata

Gtu

Roma, 28 giu. (askanews) - Dal cavalcavia di via Poggio Bellavista, a Santa Marinella, in provincia di Roma, si sono staccati alcuni elementi del calcestruzzo copriferro che sono finiti sulla sottostante autostrada A12. La segnalazione avvenuta all'alba e le verifiche condotte dai tecnici dei vigili del fuoco hanno evidenziato "un leggero dissesto in prossimit di un giunto". Per questo "in attesa di pi approfonditi esami, anche strumentali, da parte del gestore", i vigili del fuoco hanno disposto la chiusura della carreggiata direzione nord al km 48,60. Il traffico veicolare regolato a senso unico alternato sull'altra carreggiata.

  • Salvini contestato, Lucarelli: "Condivido ciò che ha detto mio figlio"
    Notizie
    Adnkronos

    Salvini contestato, Lucarelli: "Condivido ciò che ha detto mio figlio"

    "Lui ha fatto quello che si sentiva di fare, non sapevo quello che avrebbe detto, ma lo condivido. Ho cresciuto un ragazzo libero e con il coraggio delle proprie scelte". Lo ha spiegato all'Adnkronos Selvaggia Lucarelli, contattata a proposito dell'episodio che ha visto protagonista suo figlio questa mattina, a un gazebo della Lega. Il 15enne è stato identificato dalla polizia dopo uno scambio di battute con il leader del partito, Matteo Salvini. La giornalista e scrittrice era lì per caso e ha assistito al breve comizio perché il centro commerciale si trova sotto casa sua. "Ci tengo a precisare che non siamo andati apposta lì per Salvini. Il gazebo si trovava a due passi da casa nostra, di fronte al bar dove andiamo di solito a fare colazione". Autorizzato dalla madre, il ragazzo ha precisato di non essere pentito di quello che ha fatto. "Rifarei quello che ho fatto, non sono pentito e non cerco visibilità. Trovo ridicolo che mi abbiano identificato", ha spiegato.

  • Il famoso parrucchiere ha confessato quanto è stato difficile avere una figlia
    Spettacolo
    notizie.it

    Il famoso parrucchiere ha confessato quanto è stato difficile avere una figlia

    Federico Fashion Stule ha parlato della sua malattia, svelando quanto sia stato difficile diventare papà.

  • Riaprono i pub londinesi: è il caos
    Politica
    notizie.it

    Riaprono i pub londinesi: è il caos

    Per strada assembramenti e uomini nudi, risse e ubriachezza. A Londra riaprono così i pub durante il Coronavirus, fuori controllo.

  • Covid, parla esperto italiano negli Usa: "Vaccino non arriverà in tempo"
    Notizie
    notizie.it

    Covid, parla esperto italiano negli Usa: "Vaccino non arriverà in tempo"

    Il virologo Guido Silvestri afferma che in caso di seconda ondata di covid bisognerà sfruttare ancora le misure utilizzate durante il lockdown.

  • La conduttrice napoletana ha postato una foto di molti anni fa
    Spettacolo
    notizie.it

    La conduttrice napoletana ha postato una foto di molti anni fa

    Barbara d’Urso e la foto su Instagram di quando era giovane.

  • Salvini: "Via libera a Ocean Viking, che schifo"
    Politica
    Adnkronos

    Salvini: "Via libera a Ocean Viking, che schifo"

    "Minacciano il suicidio... e il governo apre subito le porte ai 180 clandestini dalla Ong norvegese. Saranno ospitati sulla confortevole nave Moby Zaza a spese degli italiani e poi sbarcati". Lo scrive su Facebook, Matteo Salvini, parlando della vicenda della Ocean Viking, con a bordo 180 migranti cui è stato dato il permesso per sbarcare a Porto Empedocle, dopo giorni in mare. Lunedì mattina dovrebbero arrivare nel porto di Agrigento. "Siamo arrivati ai ricatti? Trafficanti di schiavi e mangioni dell'accoglienza gioiscono, tornano i bei tempi! Che schifo", scrive il leader della Lega. "Credo che nelle 7 regioni al voto in settembre gli italiani daranno il giusto 'ringraziamento' a Pd e 5 Stelle, oltre che incapaci mai visti mettono a rischio ogni giorno di più la sicurezza e la salute degli italiani. "Altri 180 da far sbarcare (e mantenere) a carico degli Italiani. Ma i soldi per aiutare tutti i disabili non ci sono... governo vergognoso. portichiusi" conclude.

  • L'ex tronista di Uomini e Donne ha annunciato la separazione
    Notizie
    notizie.it

    L'ex tronista di Uomini e Donne ha annunciato la separazione

    Cristian Gallella e Tara Gabrielletto si stanno separando. L'annuncio della fine del matrimonio.

  • Focolaio in Veneto, il figlio dell'imprenditore: "Mio padre ha sbagliato"
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Focolaio in Veneto, il figlio dell'imprenditore: "Mio padre ha sbagliato"

    “Non so come mio padre possa essersi comportato in questo modo”. Così il figlio dell’imprenditore 64enne vicentino alla base del focolaio in Veneto.

  • Fermato l'uomo di 44 anni
    Notizie
    notizie.it

    Fermato l'uomo di 44 anni

    L'ex marito si è presentato a casa di Nunzia Compierchio e l'ha uccisa: omicidio a Cerignola, provincia di Foggia.

  • Lo scandalo che coinvolge Gibson dopo l'accusa di Winona Ryder
    Spettacolo
    notizie.it

    Lo scandalo che coinvolge Gibson dopo l'accusa di Winona Ryder

    Dopo le recenti accuse di antisemitismo da parte di Winona Ryder, l’attore non doppierà più Rocky Bolboa, il gallo protagonista del cartoon.

  • Mascherine non più utili: il pericoloso pensiero di molti italiani
    Notizie
    notizie.it

    Mascherine non più utili: il pericoloso pensiero di molti italiani

    I dati segnalano un crollo di quasi due terzi nella vendita delle mascherine, segno di un rilassamento generale.

  • Toninelli aggredito verbalmente da un gruppo di persone, si spiega su Facebook
    Notizie
    notizie.it

    Toninelli aggredito verbalmente da un gruppo di persone, si spiega su Facebook

    Danilo Toninelli si sfoga su Facebook, parlando della lite avvenuta in un bar di Roma, con un gruppo di persone. "Volevano solo attaccarmi".

  • Gemellini uccisi, la lettera struggente della madre
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Gemellini uccisi, la lettera struggente della madre

    Il testo della lettera scritta da mamma Daniela per i figli Elena e Diego, i gemellini di 12 anni strozzati e uccisi dal padre Mario Bressi in Valvassina.

  • Gemelli uccisi, Celentano: "La rabbia è peggio del Covid"
    Notizie
    Adnkronos

    Gemelli uccisi, Celentano: "La rabbia è peggio del Covid"

    "Dentro di noi, fin dalla nascita, coltiviamo un nemico spaventoso che è più pericoloso del Covid: il suo nome è rabbia". Lo scrive Adriano Celentano su Instagram, pubblicando una sorta di lettera aperta indirizzata idealmente al papà che ha ucciso i suoi due figli gemelli e che poi si è suicidato. Una rabbia, scrive l'artista-predicatore, che ti rende "pronto a scoccare la tua folle vendetta su di lei, che ha deciso una separazione che tu non vuoi accettare".  "Un’azione - prosegue Celentano - di fronte alla quale non puoi fermarti, come purtroppo non ti sei fermato, altrimenti saresti un Uomo. E invece eri lì pronto, a qualunque suo ordine, ai piedi di sua Maestà la rabbia... 'Uccidere? Si ma non basta - dicevi tu - io voglio invece che lei viva, ma per soffrire'. Ed ecco infine la grande idea che potrebbe condurti all’inferno. Ucciderai i suoi figli che sono anche tuoi e che hai amato, ma non quanto ami il tuo folle desiderio di vendetta. Li soffocherai nel sonno… Poi anche tu fuggirai dalla vita come se non fossi mai nato… Ma tu purtroppo sei nato, e questo non si può cancellare. Ed è proprio nel momento in cui muori che inizia il tuo vero calvario". "E qui - conclude Celentano - mi rivolgo agli assassini: voi potete anche credere che Dio non esiste ma se posso darvi un consiglio, non datelo per scontato. Perché se poi Lui c’è, come è inevitabile che ci sia… la sorpresa per voi potrebbe essere catastrofica".

  • La showgirl svizzera sceglie di rimanere nel nostro Paese per le vacanze
    Spettacolo
    notizie.it

    La showgirl svizzera sceglie di rimanere nel nostro Paese per le vacanze

    Michelle Hunziker si gode le giornate in vacanza, senza mai abbandonare l'Italia.

  • La cantante ha parlato della fine della sua relazione
    Spettacolo
    notizie.it

    La cantante ha parlato della fine della sua relazione

    Anna Tatangelo ha parlato della rottura con Gigi D'Alessio e di come procede il loro rapporto.

  • Assalita, legata e violentata ad Alessandria: un fermo
    Notizie
    Adnkronos

    Assalita, legata e violentata ad Alessandria: un fermo

    Resta in carcere, anche in applicazione della misura cautelare disposta dal gip, l’agricoltore ritenuto l’autore della violenza sessuale ai danni di una ragazza in provincia di Alessandria. Il sospetto dei carabinieri è che si tratti di un violentatore seriale. E' stato il padre della giovane, la notte tra il 21 e il 22 giugno scorsi, a chiamare il 112 perché la figlia, rientrata a casa, aveva raccontato di essere stata rapinata e violentata da uno sconosciuto. I carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti sul posto e hanno raccolto il racconto della ragazza, poi trasportata con un’autoambulanza della Croce Rossa all’ospedale di Novi Ligure. La giovane ha raccontato che, verso le ore 23.40 di quella sera, mentre stava tornando a casa alla guida della sua auto, ha notato che sulla strada, vi era un grosso ramo che le ostruiva il passaggio.  Si è fermata, è scesa dall'auto per spostarlo e a quel punto ha sentito qualcosa muoversi tra i cespugli a lato della strada. Pensando potesse trattarsi di un cinghiale, anche perché poco prima ne aveva incrociato uno, spaventata, ha guardato il punto da cui provenivano i rumori, ma all’improvviso, ha visto sbucare dai cespugli un uomo che, con il viso nascosto da un passamontagna scuro ed una roncola in mano, correva verso di lei. Terrorizzata e impietrita, ha gridato, ma a quell’ora e in quel luogo nessuno l'ha sentita. Nonostante tutto, come ricostruito dai carabinieri, la ragazza è riuscita a trovare la forza per risalire in auto e chiudersi dentro, ma l’uomo, che ormai l’aveva raggiunta, con il manico della roncola ha frantumato il vetro del finestrino, aprendo la portiera. L’aggressore, estratto un taglierino e puntatoglielo alla gola, le ha intimato di spostarsi sul sedile del passeggero: “Spostati, altrimenti ti ammazzo…”, l'ha minacciata. Come ha raccontato la vittima ai carabinieri, l'uomo, salito al posto di guida, dapprima le ha legato i polsi con delle fascette da elettricista, successivamente è partito, svoltando poco dopo in una strada dissestata, inoltrandosi con l’auto nella folta vegetazione. Arrestata la marcia, ha ordinato alla ragazza di scendere e di sedersi per terra, dopodiché le ha legato con altre fascette i polsi alle caviglie. Ha poi preso la borsa della giovane dalla macchina e vi ha rovistato dentro estraendo il portafogli nel quale però non vi era denaro.  La cosa, come ricostruiscono i carabinieri in base al racconto della ragazza, lo ha fatto arrabbiare. Incurante delle suppliche della ragazza che gli chiedeva di lasciarla andare, l'uomo le ha messo la giacca di pelle attorno alla testa coprendole il viso. Quindi ha estratto di nuovo il taglierino, le ha messo una mano sul viso, premendo sulla giacca, al punto che la giovane, avendo l’impressione di soffocare, si è dimenata ed è riuscita a rompere entrambe le fascette. L’uomo a quel punto continuando a gridarle di star ferma, l'ha immobilizzata e, dopo averle puntato il coltello alla gola ed averla minacciata di star ferma altrimenti l’avrebbe uccisa, l'ha violentata. Si è poi impossessato dei suoi indumenti intimi e dopo averle ordinato di sedersi in macchina, ha cominciato a farneticare dicendole, tra l’altro, che quella sera era uscito con l’intenzione di ammazzare una donna, la prima che avrebbe incontrato. In preda al panico, la giovane ha cercato di assecondarlo, nella speranza che non le facesse altro male. L’uomo ha continuato a parlare, ma improvvisamente è tornato a minacciarla di nuovo abusando ancora di lei. Successivamente, le ha consentito di recuperare le proprie cose e l'ha fatta risalire in macchina, portandola nel luogo dove l’aveva aggredita, lungo la strada interrotta dal grosso ramo per scendere dal mezzo e dileguarsi fra i cespugli. Dopo il racconto della vittima, i carabinieri di Serravalle Scrivia, coadiuvati nelle indagini da personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia carabinieri di Novi Ligure, hanno individuato il luogo dove la ragazza era stata fermata e “sequestrata” dal malvivente e quello dove è avvenuta la violenza.

  • Coronavirus, Crisanti: "Non siamo in una bolla, altri focolai scoppieranno"
    Salute
    Adnkronos

    Coronavirus, Crisanti: "Non siamo in una bolla, altri focolai scoppieranno"

    "L'Italia non è in una bolla. Con gli italiani bisogna essere chiari. Altri focolai scoppieranno e saranno anche più numerosi probabilmente ad ottobre e novembre". Ad affermarlo a SkyTg24 è Andrea Crisanti, direttore del dipartimento di microbiologia e virologia e dell’università di Padova. "L'Italia non è in una bolla. Ogni giorno nel mondo si registrano 200mila nuovi casi di Covid-19 nel mondo", sottolinea.  "Se una persona è positiva al coronavirus, penso che debba essere messa in condizione di non trasmettere. Se non lo fa spontaneamente, penso che il Trattamento sanitario obbligatorio si renda necessario perché se qualcuno rifiuta le cure non deve mettere a rischio la salute degli altri" dice Crisanti, evidenziando la necessità di prevede l'estensione del Tso per i casi di positività al coronavirus. "A preoccuparmi è il rientro in Italia di persone infette che potrebbero così riaccendere altri focolai. L'altra cosa che mi preoccupa è che gli italiani pensino che l'emergenza è finita. Non è finita, il virus circola ancora. E' importante avere questa consapevolezza per restare prudenti", aggiunge, sottolineando che attualmente i focolai attivi "sono sotto controllo dal sistema". Per quanto riguarda gli arrivi dall'estero, "si possono mettere sotto sorveglianza le persone che arrivano da aree a rischio come Cina, India, Brasile e Stati Uniti. Ci sono i mezzi per tracciare gli spostamenti, le persone che arrivano vanno monitorate. Non solo prendendo la temperatura che non serve a niente", conclude.

  • Il vero nome del protagonista del reality show e il motivo per cui si fa chiamare così
    Spettacolo
    notizie.it

    Il vero nome del protagonista del reality show e il motivo per cui si fa chiamare così

    Ciavy è uno dei protagonisti di Temptation Island, che ha creato molta curiosità per via del suo soprannome.

  • Le ricerche sono ancora in corso
    Notizie
    notizie.it

    Le ricerche sono ancora in corso

    Si tuffa dal pontile ma non riemerge più: paura a Forte dei Marmi dove è scomparso un 18enne indiano di Parma. Le ricerche sono in corso.

  • Sport
    AGI

    L'Inter si allontana dalla vetta: ko contro il Bologna

    AGI - Clamorosa rimonta del Bologna ai danni dell'Inter: a San Siro finisce 2-1 per i rossoblu, grazie alle reti del classe 2001 Juwara e di Barrow, capaci di ribaltare l'iniziale vantaggio di Lukaku.Sconfitta amarissima per la squadra di Conte, ripensando soprattutto al rigore del possibile 2-0 fallito da Lautaro e a quei 20 minuti di superiorità numerica non sfruttati. La Lazio rimane così avanti 4 lunghezze in classifica.L'inizio di gara è quasi tutto di marca locale a livello di gioco e di intensità. Al 13' il primo a farsi vedere è Lukaku, che servito in area si gira e deposita in rete, ma dopo essersi aiutato con un braccio. Sarà lo stesso attaccante belga a portare i nerazzurri in vantaggio una decina di minuti più tardi: Young crossa da sinistra, Lautaro stacca di testa e prende il palo, la cui respinta si trasforma in un assist per Lukaku. A ridosso della mezz'ora l'Inter va anche ad un passo dal raddoppio con una giocata pazzesca di Young, che ubriaca Tomiyasu e accentrandosi sul destro chiama al miracolo Skorupski. Bravo anche Danilo a deviare provvidenzialmente la conclusione di Lautaro, mentre dall'altra parte ci pensa Handonovic a salvare la prima vera palla gol emiliana di Orsolini, che fallisce a tu per tu il possibile 1-1. Nella ripresa il Bologna tenta il tutto per tutto per riaprire la gara e al 53' ci va ancora vicinissimo con Barrow, che spara un missile dalla distanza centrando un palo clamoroso. Qualche istante dopo, però, Soriano complica i piani di rimonta dei suoi facendosi espellere per qualche parola di troppo rivolta al direttore di gara. Al 62' l'Inter avrebbe il colpo del ko in canna per il rigore concesso dopo il fallo di Dijks su Candreva, ma Lautaro calcia malissimo facendosi ipnotizzare da Skorupski. La squadra di Mihajlovic rimane in vita e al 74' trova la fiammata per il pareggio: Gagliardini liscia clamorosamente un rinvio al limite della propria area, il neo entrato Juwara è lì appostato e lascia partire un sinistro mortifero per Handanovic. È qui che la gara cambia completamente faccia, perché Bastoni rimedia un doppio giallo che ristabilisce la parità numerica e all'80' arriva l'incredibile ribaltone del Bologna.A segnare il match point ci pensa Barrow, che con un diagonale mancino fredda il portiere nerazzurro. Nel finale Sanchez avrebbe un paio di occasioni per il nuovo pareggio, una delle quali è miracolosamente salvata da Skorupski, grande protagonista del successo bolognese.