Comunali Roma, Calenda a Meloni: "Michetti disastro, fai meno la 'fenomena'"

·1 minuto per la lettura

"Cara Giorgia Meloni, non ci alleiamo con nessuno. Saremo all’opposizione anche nel caso di vittoria di Gualtieri e non avremo persone in giunta". Così Carlo Calenda ribatte a Giorgia Meloni. "Fossi in te -aggiunge il leader di Azione- rifletterei sulla tua capacità di scelta della classe dirigente, che obbliga anche le persone non tenere con il Pd a scegliere Gualtieri, per evitare il disastro Michetti. La prossima volta fai meno la fenomena, dai retta a Silvio e candida Bertolaso. Oppure candidati tu e vediamo cosa sai fare. Perché a chiacchiere sei bravissima ma a governare…non pervenuta".

Calenda replica poi via twitter a Guido Crosetto: "Riesce perché avete candidato una persona improbabile, senza un programma o un’idea, con liste piene di fascisti e gente alla Pippo Franco. Riesce perché non avete uno straccio di classe dirigente e una leader che non riesce a dire 'sono antifascista'”. "Calenda -aveva scritto Crosetto- odia Conte. Conte odia Calenda. Calenda non vuole Conte. Conte non vuole Calenda. Il Pd però riesce a prendere i voti da tutti e due dicendo ad uno che con l’altro non è amore ma solo un rapporto estivo".

Il leader di Azione prosegue nella risposta via social: "E dietro il tuo buonismo acchiappa tweet resta il fatto che non sei in grado di tagliare il cordone con una destra inquinata e anti europea. Dopo che avrai mostrato la stessa intransigenza che io vs i 5S vs l’accozzaglia di incompetenti e criptofascisti di FDI potrai dare lezionii".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli