Roma,carabinieri arrestano 6 persone durante controlli a Termini -2-

Sen

Roma, 21 lug. (askanews) - Successivamente nella rete dei controlli dei Carabinieri è finito un cittadino della Costa D'Avorio di 25 anni, risultato destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dalla Procura della Repubblica Presso il tribunale di Roma, per reati inerenti gli stupefacenti. Poco più tardi, in via Napoleone III, un romano di 24 anni, è stato fermato perché notato in atteggiamento sospetto.

I Carabinieri dagli accertamenti effettuati tramite "ODINO", - il tablet in dotazione alle pattuglie dei Carabinieri che permette di effettuare controlli alla banca dati in tempo reale - è risultato gravato dalla misura cautelare degli arresti domiciliari. L'uomo è stato subito bloccato e arrestato per il reato di evasione, perché sprovvisto di alcuna autorizzazione. Dieci soggetti, tutti stranieri e senza una fissa dimora, sono stati intercettati dai Carabinieri in via Giolitti, nei pressi dei "Ballatoi" e, dopo l'identificazione sono stati tutti segnalati al Questore, per l'emanazione del "Daspo Urbano". I controlli dei Carabinieri hanno riguardato anche attività ricettive. In particolare due affittacamere; il primo in via Principe Amedeo e il secondo in piazza Vittorio Emanuele, sono stati chiusi ai sensi dell'ex art. 100 del Tulps, provvedimento emesso dal Questore di Roma, su espressa richiesta dai Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante che, in controlli precedenti hanno riscontrato gravi irregolarità. Altre 4 attività ricettive sono state sanzionate dai Carabinieri per un importo complessivo di 8700 euro.

I Carabinieri del NAS hanno sanzionato i titolari di 6 negozi di vicinato, un cittadino cinese e 5 del Bangladesh per violazioni in materia di tracciabilità di prodotti alimentari. Inoltre hanno elevato sanzioni per un importo complessivo di 17.000 euro, e sequestrato circa 70 kg di alimenti privi di etichetta. Gli stessi militari hanno controllato anche 3 attività di ristorazione, dove hanno riscontrato anomalie in due ristoranti ed hanno sanzionato i titolari per un importo totale di 5500 euro.

Complessivamente i Carabinieri hanno anche controllato 35 veicoli, elevando sanzioni per violazioni al codice della strada per circa 7 mila euro e identificate 98 persone delle quali 32 con precedenti.