Roma, Cc chiudono un locale per violazione norme anti-contagio

GCa
·1 minuto per la lettura

Roma, 25 lug. (askanews) - Prosegue l'attivit di monitoraggio dei Carabinieri di Roma nelle zone della movida della Capitale finalizzata alla verifica del rispetto delle indicazioni fornite dalle Autorit in merito al distanziamento sociale da mantenere per prevenire la circolazione del Covid-19. Dalla tarda serata di ieri e fino a notte inoltrata, i Carabinieri della Compagnia Roma Parioli hanno eseguito una fitta serie di accertamenti nei quartieri di piazza Bologna, Salario, Trieste e Nomentano. Il bilancio dell'attivit di 78 persone e 31 veicoli controllati. Sotto la lente dei Carabinieri sono finiti anche gli esercizi commerciali della zona. Nel corso delle verifiche, 2 di questi sono stati sanzionati per vendita di bevande alcoliche da asporto mentre per un terzo locale, situato in piazza Bologna, stata applicata la sanzione accessoria della chiusura per 1 giorno, per aver creato un assembramento tale da non garantire il distanziamento sociale di almeno 1 mt. Al momento del controllo effettuato dai Carabinieri, infatti, al suo interno sono state sorprese 11 persone, a loro volta identificate e sanzionate per complessivi 3.080 euro. Altri 2 locali, al momento del controllo, erano perfettamente in regola con le disposizioni in vigore. Sono state 16, invece, le persone sanzionate - per complessivi 2.560 euro - per aver violato le disposizioni dell'ordinanza "Anti-Alcol" del Comune di Roma. Nello stesso contesto, i Carabinieri hanno segnalato all'Ufficio Territoriale del Governo un ragazzo di 28 anni dopo averlo sorpreso in possesso di una modica quantit di marijuana.