Roma, Celebrato in Prefettura Giorno della Memoria con studenti

Sis

Roma, 28 gen. (askanews) - Evento celebrativo per il Giorno della Memoria organizzato questa mattina a Roma dalla Prefettura in collaborazione con la Comunità Ebraica di Roma e con la partecipazione di tanti studenti-testimoni, protagonisti dei viaggi organizzati da Comune e Regione sui luoghi della Shoah. "Se la Shoah rimane l'apice della follia umana possiamo ricordare tanti episodi più attuali, come discriminazioni per razza e religione - ha detto la Prefetto Pantalone - qualcosa di più sottile ma non meno pericoloso, dettato dall'insicurezza e dalla non conoscenza che ci fa avere un approccio, col tema delle migrazioni, di rifiuto alla complessità che l'epoca attuale ci impone". La Prefetto ha, inoltre, insignito i familiari di alcuni deportati delle medaglie d'onore alla memoria. Presente la sindaca di Roma Virginia Raggi che ha citato la senatrice Liliana Segre spiegando ai giovani presenti che "il male del nostro tempo penso sia l'indifferenza. L'indifferente è complice dei misfatti peggiori". L'assessore al Lavoro della Regione Lazio Claudio Di Berardino ha annunciato che il Viaggio della Memoria promosso dalla Regione "sarà dedicato a Piero Terracina. Dal 5 al 7 aprile prossimo partiremo con una delegazione 500 studenti e insegnanti sui luoghi dell'orrore".

Plauso della presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello che ha ricordato che "la comunità vive a Roma da oltre duemila anni, ha costruito un modello di convivenza che ha resistito nel corso degli anni ed è sopravvissuta a ogni tipo di persecuzione. Oggi ci ritroviamo a combattere anche con nuovi antisemitismi che sono quelli che negano il diritto degli ebrei allo Stato di Israele".