Roma, Cgil-Cisl-Uil: anni di solleciti su carenza divise vigili

Sis

Roma, 9 gen. (askanews) - "Cgli Cisl e Uil hanno sempre ritenuto essenziale l'uso dell'uniforme come elemento qualificante della dignità e dell'alta responsabilità del servizio prestato della Polizia Locale. Tant'è vero, che attraverso i nostri componenti nella Commissione vestiario presso il Comando del Corpo ci stiamo adoperando in tutti i modi per contribuire a superare, anche con continui solleciti, l'attuale impasse dell'amministrazione capitolina nella fornitura delle divise, dovuto anche alla recente immissione di neoassunti e alle modifiche del nuovo Codice degli appalti", così Fp Cgil Roma e Lazio, Cisl Fp Roma Capitale Rieti e Uil Fpl Roma e Lazio rispondono alla polemica sollevata dalla stampa sul presunto mancato utilizzo delle divise da parte di alcuni operatori di polizia locale della Capitale.

"Cgil Cisl e Uil stigmatizzano pertanto l'inaccettabile paradosso che una carenza oggettiva, lamentata più volte dal sindacato e subita dai lavoratori della Polizia Locale, diventi un elemento di gratuita accusa pubblica a loro carico", rimarcano le federazioni di categoria, rimandando al mittente ogni addebito e puntando l'indice contro i ritardi nelle forniture.

"Invitiamo tutte le parti in causa ad andare al cuore dei problemi, a verificare preventivamente i fatti, a interloquire con chi ne conosce le cause reali, evitando banali derive propagandistiche e inopportune e fuorvianti strumentalizzazioni", concludono Fp Cgil Roma e Lazio, Cisl Fp Roma Capitale Rieti e Uil Fpl Roma e Lazio. "Anche perché l'uso continuo della divisa, unitamente alle altre dotazioni di protezione individuale (dpi) tra cui i famosi gilet fluorescenti, oltre che ad essere necessario per migliorare legittimamente l'azione a garanzia della sicurezza dei cittadini, diventa anche elemento imprescindibile per la sicurezza degli operatori".