Roma, Ciaccheri (Mun.8): Raggi e prefetto non lascino sola città

Sis

Roma, 6 nov. (askanews) - "La Pecora Elettrica a Centocelle torna a bruciare dopo l'attentato dello scorso 25 Aprile. In questi mesi la solidarietà straordinaria attorno a queste esperienze di comunità ha dato speranza che in una città sconquassata le energie migliori non abbassano la testa ma resistono. Ma se le istituzioni lasciano solo alla solidarietà il compito di difendere la città succede questo: succede che un nuovo attentato criminale agisce impunito ed organizzato". Così su Fb il presidente dell'VIII Municipale di Roma su Amedeo Ciaccheri.

"Succede che a Roma abbiamo un problema gigantesco che non sono gli ultimi ma chi avvelena i quartieri con aggressioni e prevaricazioni - aggiunge il presidente - Quello che sta succedendo a Roma negli ultimi mesi non può passare inosservato. La solidarietà non basta da sola, non basta più. Di fronte allo spettro della rassegnazione, l'unico gesto degno che servirebbe è che Sindaca e Prefetto raccolgano l'urgenza di dare le risposte alla città. Di questa montagna di merda ne abbiamo abbastanza", conclude.