Roma: 'cialtrone-cretino', nuovo match social Calenda-chef Rubio

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 giu (Adnkronos) – Ancora uno scontro, ancora una volta consumato sui social network, tra Carlo Calenda e chef Rubio. A innescare la scintilla una tweet del leader di Azione, candidato sindaco a Roma, sui motivi della sua partecipazione al gay Pride: "L’accettazione della diversità e dell’amore comunque si presenti è fondamento delle società libere", scrive Calenda.

A stretto giro, sempre su Twitter, arriva però il lapidario commento di Rubio: "Sei un cialtrone". Il cuoco attivista allega anche un video di un incontro pubblico in cui Calenda diceva: "Io sindaco della capitale? Neanche morto, sarei un cialtrone". La controreplica dell'ex ministro dello Sviluppo, però, non si fa attendere troppo: "Lo sarei stato se avessi usato il tavolo per Roma fatto anni fa per candidarmi a sindaco in caso di caduta anticipata della Raggi. Il video è di quel periodo. E tuttavia ti ringrazio. Sono rassicurato dalla conferma della distanza umana e politica da un cretino antisemita".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli