Roma: Ciani a Raggi, 'basta vittimismo, in 5 anni zero impianti e rifiuti spediti altrove'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 28 apr. (Adnkronos) – "L’ultima uscita di oggi è quella di mandare i rifiuti di Roma a Guidonia, ricevendo peraltro un secco no dal sindaco M5S, Barbet. Ma la sindaca di Roma sui rifiuti dovrebbe tacere e ringraziare la Regione che una volta ancora (oggi con un accordo con la Toscana) continua a risolvere la drammatica situazione che vive la nostra Capitale". Così Paolo Ciani, capogruppo Demos alla Pisana e candidato sindaco alle primarie di centrosinistra, interviene sulle vicende dei rifiuti a Roma.

"Aveva promesso 'Roma rifiuti zero', ma in 5 anni lo zero è il numero di impianti che Roma si ritrova per trattare e smaltire i propri rifiuti, e sempre zero è l’incremento di raccolta differenziata realizzata in città. Purtroppo non è zero la cifra spesa per spedire i rifiuti altrove: soluzione irresponsabile e fuori dalle norme. La città è sporca, i romani (accusati spesso dalla Raggi di essere 'zozzoni') pagano tasse alte per un servizio pessimo e a fine mandato la sindaca non ha realizzato alcuna delle sue promesse su una gestione virtuosa dei rifiuti”.

“Assurdo anche che alcuni colleghi di centrodestra in Consiglio Regionale utilizzino questa situazione per attaccare Zingaretti. Almeno loro dovrebbero conoscere le norme: è il Comune che deve occuparsi di impianti, trattamento e smaltimento dei rifiuti. La Regione se ne sta occupando una volta ancora per l’inerzia del Comune e per non lasciare Roma sommersa dai rifiuti”, conclude Ciani.