Roma, Cisl: su servizio taxi Comune sta perdendo la bussola

Red/Nav

Roma, 28 feb. (askanews) - "Apprendiamo da alcune note di stampa che l'assessorato alla città in movimento di Roma Capitale sta per inviare una convocazione ai sindacati del settore, al fine di discutere e attuare misure di contrasto alle problematiche legate al fenomeno del coronavirus.". È quanto dichiarano in una nota congiunta il segretario regionale responsabile del dipartimento Mobilità della Fit-Cisl del Lazio, Roberto Ricci, e Alessandro Atzeni, della Fit-Cisl del Lazio, aggiungendo che "a tal proposito sembrerebbe che l'assessore competente sia propenso a ridurre l'orario di servizio ordinario delle auto bianche per far fronte al disagio economico, che negli ultimi giorni ha colpito gli operatori del Tpl non di linea. Noi siamo disponibili al confronto, ma riteniamo che questa unica misura serva solo a decongestionare le strade, togliendo di mezzo i taxi che non entrano più nei posteggi. Pensiamo, invece, sia più conveniente intraprendere un percorso che porti ad un effettivo miglioramento dell'attuale, disastroso rapporto tra spese di gestione e margine economico, andando magari a sollecitare il Governo nazionale per trovare compensazioni strutturali che possano dare speranza al nostro comparto".

E poi spiegano: "La cosa bizzarra, invece, è che mentre l'assessorato alla città in movimento quantomeno tenta di intervenire su questa difficoltà la Direzione Trasporto Locale richiede i dati delle corse delle flotte aderenti alle cooperative taxi per monitorare la domanda e l'offerta del servizio pubblico non di linea taxi al fine di una valutazione quantitativa del fabbisogno di licenze. Quindi, da una parte si vorrebbe intervenire per aiutare il settore ad affrontare la crisi e dall'altra iniziano l'iter per arrivare, probabilmente, ad organizzare un eventuale rilascio di nuove licenze. L'unica cosa certa - conclude amaramente la nota - è che al momento l'amministrazione comunale sembra stia perdendo la bussola, non riuscendo a sapere cosa fa la mano destra rispetto alla mano sinistra".