Roma, cittadino libico arrestato dalla polizia per rapina

Coa

Roma, 22 mar. (askanews) - Aveva rapinato un cittadino italiano di un cellulare, alla fine di febbraio, ieri gli agenti della Squadra di P.G. del Compartimento Polfer Lazio lo hanno arrestato.

Lo scorso febbraio gli agenti della Polizia Ferroviaria erano intervenuti in via Giolitti per una lite, trovando uno dei contendenti, di origine libica, in possesso di un coltello e di un telefono cellulare di cui non sapeva giustificare la provenienza, poi risultato frutto di una rapina.

Rintracciato il proprietario, una volta presentatosi negli Uffici di Polizia per ritirare il suo telefono, veniva sottoposto a controllo risultando destinatario di un provvedimento di sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno a Siracusa. L'uomo, vittima della rapina, veniva quindi immediatamente arrestato per violazione della sorveglianza speciale, mentre il giovane libico veniva denunciato e segnalato all'Autorità Giudiziaria per aver commesso la rapina.

Ieri, l'epilogo della vicenda con l'arresto anche dello straniero in ottemperanza ad un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal G.I.P. del Tribunale di Roma e la sua traduzione presso il carcere di Regina Coeli di Roma.