Roma, Coldiretti a Cafarotti: mobilitazione su Centrale latte

Sis

Roma, 27 feb. (askanews) - "La Centrale del Latte di Roma continua a sottrarsi al confronto con gli allevatori e, di fatto, con l'intero indotto che nel Lazio occupa migliaia di persone e che è un pezzo di economia importante di questa regione e della stessa Capitale. Centrale del Latte, con questo atteggiamento, sta ignorando milioni di consumatori di Roma e del Lazio dimenticando il valore effettivo di questa filiera che porta con sé, oltre ai bilanci delle aziende, i valori di questo territorio. Per questo anche il Comune di Roma deve fare la sua parte". Dopo avere rivolto un appello alla Regione Lazio, il presidente di Coldiretti Lazio, David Granieri, chiama in causa con una nota, l'assessore allo sviluppo economico del Comune di Roma, Carlo Cafarotti. Nella missiva Granieri conferma l'intenzione di organizzare una grande mobilitazione "per far sentire - sottolinea il presidente di Coldiretti Lazio rivolgendosi all'assessore Cafarotti - la voce forte degli agricoltori e di tutta la filiera a Centrale del Latte di Roma".

"Dopo il segnale di apertura offerto dal gruppo Latte Sano con un aumento di 2 centesimi al litro - prosegue Granieri - ci saremmo aspettati una conseguente disponibilità al confronto da parte della Centrale del Latte che pur vantando, proprio nella Capitale, milioni di consumatori affezionati al marchio continua a non tenere conto che questo valore viaggia di pari passo proprio con il rispetto di un settore importantissimo per l'economia della nostra regione. E' evidente - afferma ancora il presidente di Coldiretti Lazio - che il tema della proprietà del gruppo Centrale del Latte di Roma è importante e che a tal proposito il Comune di Roma conosce perfettamente il potenziale economico rappresentato da questa azienda che ad oggi ha scelto di non confrontarsi con gli allevatori che, al contrario, chiedono un dialogo costruttivo e soprattutto concreto. Per questi motivi, come ho ribadito alla Regione Lazio - conclude Granieri -, intendiamo organizzare una mobilitazione e chiediamo anche il sostegno del Comune di Roma".