Roma: comparse nella notte 11 nuove stazioni metro, è un'installazione artistica

webinfo@adnkronos.com

E' stata realizzata nella notte e così, stamattina, i romani si sono svegliati con una nuova linea metropolitana e le sue 11 stazioni. Si chiama MetrArt ed è un'installazione artistica (e di riciclo) realizzata dallo street artist Mauro Pallotta, in arte Maupal, con la collaborazione dell'artista 3K che per le 11 'FermArt' hanno utilizzato la plastica proveniente dalla raccolta differenziata dei cittadini: tappi, flaconi, bottiglie, scaglie, granuli messi a disposizione da Corepla, il consorzio per la raccolta, il riciclo e il recupero dei rifiuti di imballaggi in plastica.  

Undici fermate, contrassegnate dalla classica M bianca su fondo rosso, in 11 luoghi della Capitale (ma l'installazione al Pantheon è già stata rimossa), scelti perché sono quelli in cui la metro non arriva: Trullo, San Camillo, Gianicolo, Bocca della Verità, Campo de’ Fiori, Pantheon, Ara Pacis, Libertà, Mazzini, Foro Italico e Nerone. E ai passanti che si sono trovati sul posto mentre le 'FermArt' venivano realizzate sono stati distribuiti anche i biglietti di questa metropolitana immaginaria: i Bit (“Basta impegnarsi tutti”). 

Mauro Pallotta nasce nel 1972 a Roma, dove frequenta l’Accademia delle Belle Arti. Espone in tutto il mondo, principalmente a Londra, Roma, Miami e dal 2014 (anno della sua prima opera in strada, “SuperPope”) – inizia a diversificare il suo percorso artistico proponendosi come 'fine artist' e street artist: celebri le sue opere che ritraggono Papa Francesco, Regina Elisabetta e Donald Trump. Nel 2016 il tabloid newyorkese Artnet lo posiziona al ventunesimo posto tra i primi trenta street artist più influenti al mondo.