Roma, Comune: EqualCity per minori migranti vittime di violenze

Sis

Roma, 27 feb. (askanews) - Nell'ambito del programma europeo EqualCity, che intende migliorare l'offerta di servizi urbani rivolti alle vittime di violenza sessuale e di genere con l'impegno di quattro organizzazioni partner insieme a quattro città dell'UE, si svolgerà domani nella Sala Gonzaga in via della Consolazione un evento in cui l'Organizzazione Mondiale per le Migrazioni, Roma Capitale, il Dipartimento di Psicologia dell'Università Sapienza di Roma, il Progetto Etna Etnopsicologia Analitica presenteranno un progetto sul tema dei minori stranieri non accompagnati (Msna) vittime di violenza, con il coinvolgimento di tutti gli attori principali presenti nel sistema di accoglienza: tutori legali, tutori volontari, assistenti sociali municipali, educatori di comunità, mediatori culturali. Roma Capitale (Dipartimento Progetti di Sviluppo e Finanziamenti Europei e Dipartimento Politiche Sociali) è partner europeo del Progetto EqualCity, sulle tematiche di violenza sessuale e di genere all'interno delle comunità di migranti, nel quale ogni partner sviluppa un punto di osservazione specifico: allestimento e gestione di case sicure dedicate alla protezione e all'ospitalità di migranti LGBTQI+ (RainbowHouse Bruxelles e la Région de Bruxelles-Capitale); offerta di assistenza in favore delle donne migranti vittime di Sgbv (Femmes en Détresse e Città di Lussemburgo); minori stranieri non accompagnati (Msna) vittime di violenza sessuale e di genere (SGBV-Sexual and Gender-Based Violence, ndr.) e operatori/attori sociali che a vario titolo entrano in contatto con questi ultimi (Etna, Università Sapienza e Roma Capitale); genitori e famiglie appartenenti alle comunità migranti e impatto della violenza sessuale e di genere sui minori (città di Göteborg). Il Gruppo di Lavoro italiano è impegnato contro la violenza, anche psicologica, sui minori non accompagnati. Roma Capitale, il Dipartimento di Psicologia dell'Università Sapienza di Roma ed ETNA Etnopsicologia Analitica hanno fatto rete, dando vita ad un progetto di durata biennale, in risposta al quadro attuale, con soluzioni di intervento innovative in merito agli strumenti di protezione, accompagnamento e inserimento dei bambini e dei ragazzi coinvolti.