Roma, Comune: vincitori bando refezione assicurano occupazione

Sis

Roma, 28 nov. (askanews) - Il Dipartimento Politiche Educative di Roma Capitale ha incontrato ieri pomeriggio le aziende aggiudicatarie della gara d'appalto per il servizio di ristorazione educativa e scolastica e riscontrato da parte loro l'impegno ad assorbire il personale ad oggi impiegato nei servizi rispettando la clausola sociale a garanzia dei livelli occupazionali. L'avvio del nuovo appalto è programmato a gennaio. Lo fa sapere in una nota il Campidoglio. La gara d'appalto, vigilata dall'Anac nel quadro rigoroso che questa Amministrazione ha voluto adottare in materia di appalti, contiene infatti al suo interno una clausola sociale fortemente voluta dall'Amministrazione al fine di tutelare i livelli occupazionali ai sensi di legge e la continuità nell'ottica di garantire la massima qualità dei cibi e del servizio rivolto agli alunni. Inoltre il Dipartimento ha ricevuto la risposta attesa dall'Avvocatura Capitolina in merito agli approfondimenti di natura tecnico legale previsti dall'accordo siglato a settembre con i sindacati. Il parere, sollecitato dalla stessa Amministrazione accolte le istanze sindacali in tal senso, è stato tuttavia negativo. Lo stato di avanzamento della procedura è stato condiviso oggi in un incontro tra l'Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità solidale e i rappresentanti dei sindacati maggiormente rappresentativi del settore, durante il quale l'Amministrazione ha ribadito massima apertura e disponibilità nel continuare a condividere con le sigle sindacali l'avanzamento del percorso avviato a tutela dei lavoratori nelle nuove aziende.