Roma, con l'auto lasciata in 'doppia fila' si va a processo

Nav

Roma, 14 mar. (askanews) - Interruzione di pubblico servizio. Per questa accusa la Procura di Roma ha già mandato a giudizio una decina di automobilisti che hanno lasciato la propria macchina in doppia fila. Secondo quanto si è appreso le contestazioni riguardano persone che hanno compiuto questa specifica violazione per oltre 30 minuti, lasciando la propria auto fuori dai previsti stalli di parcheggio ed in modo da impedire il flusso della circolazione stradale a mezzi di servizio pubblico o di pubblica utilità. Le verifiche - si aggiunge - riguardano in genere le 'doppie file', ma comunque i pubblici ministeri hanno archiviato la grande maggioranza delle segnalazioni, un centinaio a settimana, arrivate a piazzale Clodio. La presenza di percorsi alternativi nel flusso del traffico è una delle condizioni richieste. Le verifiche dei magistrati vanno avanti e gli 'alert' continuano ad esser vagliati.