Roma, condannato a 4 anni Feola: investì e uccise chef Narducci

Dmo

Roma, 29 nov. (askanews) - Fabio Feola, il 30enne che la notte fra il 21 e il 22 giugno 2018 ha investito e ucciso, lo chef stellato Alessandro Narducci e la collega giulia Puelio che viaggiavano a bordo di uno scooter sul lungotevere della Vittoria, nel quartiere Prati a Roma, è stato condannato a quattro anni di reclusione per l'accusa di duplice omicidio stradale con attenuanti generiche e con rito immediato.

Feola ha travolto i due giovani andando contromano sulla carreggiata occupata regolarmente dallo scooter di Narducci per poi travolgerlo.

"E' un piccolo segno - ha commentato la madre del giovanissimo chef Alessandra Gerace dopo la lettura della sentenza - ma non siamo soddisfatti, quattro anni per la morte due ragazzi non è abbastanza, e si prevede che faccia ricorso in appello. Il fatto che gli abbiano revocato la patente è una cosa buona, che abbia almeno un disagio nella vita, perché guidava senza problemi fino ad oggi".

Feola è stato condannato anche al pagamento delle spese processuali, gli è stata revocata la patente in base alla legge 285/92, ed è stato condannato al risarcimento danni delle parti civili, con una provvisionale di 300.000 euro