Roma, controlli della Polizia amministrativa in zona San Pietro

Cro/Ska

Roma, 2 mar. (askanews) - Sono continuati, negli ultimi giorni, i controlli straordinari di Polizia Amministrativa disposti dal Questore di Roma volti a contrastare fenomeni di degrado urbano e abusivismo commerciale nella zona di S. Pietro.

Gli agenti del Commissariato "Borgo" hanno realizzato mirati servizi di prevenzione, volti a garantire la c.d. "sicurezza urbana", attraverso il contrasto del commercio abusivo su aree pubbliche e del degrado dei principali luoghi destinati al transito e trasporto delle persone (infrastrutture di trasporto pubblico, presidi sanitari, stazioni metro). Sono state identificate e sanzionate numerose persone, perlopiù di origine straniera, per abusivismo commerciale, accattonaggio molesto o con minori.

In particolare sono stati sanzionati, con conseguente sequestro della merce, cittadini stranieri che tentavano la vendita di prodotti (foulard, cappelli, ombrelli, borse e braccialetti), ai numerosi turisti che quotidianamente frequentano l'area di San Pietro, inoltre sono state denunciate all'Autorità Giudiziaria due donne per utilizzo di minori nell'accattonaggio.

Una particolare attenzione è stata riservata alle aree ove insistono presidi sanitari e infrastrutture di pubblici trasporti (Ospedale S. Spirito e sottopasso Porta Cavalleggeri), sovente utilizzate come rifugio da parte di senza fissa dimora, interessate quindi da interventi sostanziali di bonifica e ripristino.

Questi i risultati operativi dei controlli realizzati : Persone controllate 300, Arresti 4, Stranieri condotti all'ufficio immigrazione per le procedure di espulsione 30, Importo totale sanzioni amministrative 135.000 euro, Denunce penali per utilizzo di minori nell'accattonaggio 2, Provvedimenti Daspo 10.