Roma, cucciolata di cinghiali nelle aiuole della metro A

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 apr. (askanews) - Una cucciolata di cinghiali, con genitrice, grufola tranquillamente nelle aiuole della metro A della stazione di Valle Aurelia, a Roma. Non tanto lontana dal Vaticano, la fermata successiva a quella dove scendono i turisti per andare visitare i musei vaticani. Il branco non sicura molto delle persone che passano sui vialetti della metro, qualcuno si ferma, divertito e quasi tutti scattano foto. Una scena curiosa, ma che promette nuove polemiche. A lanciare il primo, ironico, strale l'esponente della Lega, il consigliere regionale Daniele Giannini che ha denunciato (con foto) la scena: "Abituati come sono i cittadini romani a vedere i cinghiali in ogni angolo della città, non si stupiscono più di tanto di solito, oggi però una scena ha destato più curiosità del normale negli increduli passanti e pendolari: gli ungulati erano praticamente a ridosso dell'entrata della Metro 'Valle Aurelia', importante stazione della linea A e tra i più frequentati nodi di interscambio ferroviario di Roma nord".

"Chissà - prosegue - che ormai antropizzati e avvezzi a vagabondare per cortili di ospedali e condomini, i cinghiali non volessero prendere la metropolitana? Ironia a parte, queste scene, più idonee ad un documentario naturalistico, che a scatti fotografici urbani, sono ormai la realtà quotidiana di una città che, purtroppo, persevera ad essere sporca e degradata come e peggio di prima. Dove sono - si chiede ancora Giannini - il sindaco Gualtieri, i presidenti dei Municipi di sinistra e il 'governatorissimo' della Regione Lazio Zingaretti, ora che, tutti dalla stessa parte, governano i territori? Non ce la prendiamo ovviamente con i poveri animali selvatici, che per natura vanno in cerca di cibo - conclude - ma con chi, ad oggi, non ha fatto nulla per evitare che si arrivi a tanto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli