Roma, da Commissione nessuna data riapertura stazione Barberini

Sis

Roma, 8 gen. (askanews) - Fumata nera sulle previsioni di riapertura della stazione Barberini della metropolitana in una animata commissione capitolina Mobilità in cui sono stati auditi, alla presenza del presidente M5S Enrico Stefàno e dell'assessore Pietro Calabrese, i dirigenti Atac responsabili tra cui il direttore di esercizio di metro e ferrovie ex concesse dell'Atac di Roma Capitale, Giovanni Battista Nicastro. La commissione di oggi era stata convocata a seguito dell'incontro in Campidoglio con utenti e commercianti tenutosi alla presenza dalla stessa sindaca di Roma Virginia Raggi per accelerare la riapertura della stazione non più operativa da ben 10 mesi a causa di un guasto alle scale mobili. Delle quattro scale interessate dai controlli da parte della società costruttrice Otis - due per revisione generale e due per revisione straordinaria - una, interessata da revisione generale, è stata autorizzata già da dicembre dalla Regione al pubblico esercizio dopo i controlli Ustif. Su altre due il responsabile Atac di esercizio, secondo quanto riportato in commissione, ha eseguito le verifiche previste dalla revisione straordinaria e ha trasmesso a Regione e Ustif il 17 dicembre una relazione tecnica positiva rispetto alla rimessa in esercizio. La quarta scala, sottoposta a revisione generale, non ha superato il collaudo nei giorni scorsi, e quindi su di essa in questo momento sta intervenendo il costruttore Otis che si prevede completerà le lavorazioni il 24 gennaio. Seguirà l'intervento Ustif e il collaudo. L'assessore alla Mobilità Calabrese ha sollecitato più volte Atac a una maggiore proattività rispetto a Otis, la società costruttrice incaricata delle manutenzioni, e ha lamentato la mancata consegna della documentazione tecnica relativa alla tempistica delle riparazioni: "il 23 dicembre ci siamo incontrati in Campidoglio e ci aspettavamo per oggi date e documenti. Non è accettabile perché i cittadini aspettano delle risposte".