Roma, distrutta la targa di Welby a piazza Don Bosco

webinfo@adnkronos.com

"Distrutta la targa a Piergiorgio Welby a Roma. La toponomastica si trovava nei giardini intitolati all'attivista per il riconoscimento legale del diritto al rifiuto dell'accanimento terapeutico in Italia e per il diritto all’eutanasia”. Lo afferma in una nota Rinaldo Sidoli, portavoce di Alleanza Popolare Ecologista (Ape).  

“La migliore risposta a questo vile atto vandalico è rimettere la targa al suo posto in tempo reale. Quello che è accaduto è un campanello d’allarme sull’emergenza sicurezza nella Capitale, che troppe volte sfugge di mano. Ci auguriamo che le forze dell'ordine riescano a risalire in breve tempo ai responsabili. Nessuno può dimenticare l'incredibile tenacia di Welby e non sarà un simile vergogna ad infangarne la memoria”.  

 

“Chiediamo al Comando della polizia locale - conclude Sidoli - di tenere più sotto controllo la zona e al sindaco Raggi di installare sistemi di videosorveglianza a tutela dell’incolumità dei suoi concittadini. Serve un'amministrazione comunale presente sul territorio”.