Roma, donna morta in casa: si cerca il compagno

webinfo@adnkronos.com

Il cadavere di una donna di 59 anni è stato trovato dai carabinieri in una villetta che era stata saturata con il gas ad Acilia, in provincia di Roma. Al momento risulta irreperibile il compagno, romano di 65 anni. In casa della donna, in via Giacomo della Marca, è stato trovato un foglio manoscritto che lascia intendere che la coppia volesse farla finita. Alla base ci sarebbero problemi economici. La 59enne e il suo compagno convivevano da 25 anni e avevano un buon rapporto. Sembra che i due si fossero indebitati.  

Sul caso indagano i carabinieri del Nucleo Investigativo del gruppo di Ostia che stanno cercando di ricostruire quanto accaduto e di rintracciare l'uomo anche con l'elicottero e i cani molecolari. La donna sarebbe morta da due o tre giorni e sul corpo sono stati trovati dal medico legale segni che fanno pensare a un omicidio. L'ipotesi dei carabinieri è che i due volessero farla finita e che abbiano provato a suicidarsi insieme. Non riuscendo nel loro intento l'uomo avrebbe ucciso la donna e poi avrebbe lasciato la casa con l'idea di suicidarsi. L'auto della sua compagna infatti è stata trovata sulla riva del Tevere a Ostia Antica con un tubo che collegava lo scarico all'abitacolo. Dell'uomo però nessuna traccia. Nella casa dove è stata trovata la donna, una villetta a schiera, ieri intorno all'ora di pranzo sono intervenuti anche i vigili del fuoco e i sanitari del 118.