Roma e le sue periferie, nasce Radionoderoad

Cro

Roma, 26 set. (askanews) - Oggi nasce RADIONDEROAD - una web radio realizzata grazie ad un finanziamento dell'8xmille della Tavola Valdese - condotta da un gruppo di giovani romani, tutti studenti, che intende raccontare il territorio da cui è partito il progetto, il quartiere di Tor Sapienza, e metterlo in connessione con il racconto della città di Roma e delle sue periferie, trattando le questioni sociali più urgenti che le attraversano e al tempo stesso le realtà culturali più attive ed emergenti che una grande città può offrire, soprattutto ai più giovani.

La periferia quindi non solo come luogo materiale con le sue difficoltà e le sue qualità nascoste ma anche come chiave di lettura della realtà e come osservatorio privilegiato, soprattutto se a guardare sono ragazzi che ogni giorno misurano le proprie aspettative di crescita e di vita con il mondo che li circonda.

RADIONDEROAD è un viaggio a puntate non solo tra chi denuncia o cerca soluzioni ai problemi di tutti i giorni ma anche con chi promuove tutte quelle attività come musica, teatro, cinema, arte e quelle forme d'arte che pur in maniera discontinua hanno la forza e il pregio di fare della periferia un polo di attrazione culturale che la rimette al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica e quindi del mondo.

Il nome RADIONDEROAD è stato scelto dalla classe di 40 studenti che nel 2017 presso il Centro di Aggregazione Giovanile "Antropos" di Tor Sapienza ha frequentato il Corso di giornalismo radiofonico "Vuoi fare una radio?", progetto ideato come RADIONDEROAD, dall'associazione di promozione sociale "Zeroviolenza Onlus".

Docenti del corso alcuni dei migliori giornalisti radiofonici di Radio Rai, di emittenti locali e di network nazionali, "Vuoi fare una radio?" ha ottenuto inoltre il patrocinio e la collaborazione di Rai Radio 3. Sono entrambi progetti finanziati dall'8xmille dalla Tavola Valdese.

La redazione di RADIONDEROAD è composta da Aurora Aveani, Marco Cecchini e Alice Palombarani, sotto la guida di Max Pagani, giornalista radiofonico, autore e conduttore tra i più conosciuti e apprezzati nel panorama dei grandi network radiofonici italiani. Collaborano alla redazione Luca Cardin e Monica Pepe, Andrea Pistorio è alla parte tecnica.

Ogni puntata di RADIONDEROAD ha la durata di 40 minuti. E come dice Marco: "Nella nostra prima puntata abbiamo deciso di parlarvi dei luoghi in cui viviamo ma che sono spesso sconosciuti e sono difficili da raccontare, noi di Radionderoad continueremo a denunciare disagi e problemi senza pero' dimenticarci delle persone testarde e coraggiose che lavorano per migliorare questi luoghi con arte, musica e teatro", Alice infatti ci prova quando intervista alcune realtà culturali storiche di Tor Sapienza "appena vi avvicinate al quartiere iniziate a vedere un paesaggio grigio, da una parte gli edifici che sembrano casermoni dall'altra la Chiesa di cemento" ma anche quando racconta come in questi luoghi "l'arte abbia il potere di aggregare le persone" o come dice Aurora quando affronta la questione dei trasporti pubblici "banalmente vi direi di prendere l'autobus 543 e lo 051 la nuova linea che collega Tor Sapienza con la metro B ma non è così facile come a dirlo".sarà successo a tutti di aspettare le ore l'autobus o andare sull'applicazione Atac e leggere 813 minuti come è successo a me, come tempo di attesa".

Da oggi è in onda la prima puntata - i podcast saranno sempre disponibili sui profili social e su Spreaker - e si apre con l'intervista ad Ascanio Celestini attore teatrale, regista cinematografico, scrittore e drammaturgo tra i più noti che parla del suo rapporto con la periferia a partire da quella in cui è nato, Morena, e della funzione del teatro e della cultura per trasformare i conflitti sociali in opportunità da cogliere individualmente e collettivamente.

Tra gli altri protagonisti al microfono dei ragazzi della prima puntata di RADIONDEROAD alcuni artisti e promotori culturali attivi a Tor Sapienza e in altri territori: -Veronica Cruciani, direttrice artistica del Teatro Biblioteca Quarticciolo -Carlo Gori, artista multidisciplinare, ideatore nel quartiere di Tor Sapienza del progetto di Riqualificazione "Morandi a colori", una galleria artistica a cielo aperto che "accoglie murales ed altre opere della nostra contemporaneità in uno dei luoghi forse più bui del quartiere ma anche dalle particolari potenzialità di riscatto.

-Nicola Galloro, abitante di Tor Sapienza a cui è dedicato uno dei murales del progetto "Morandi a colori", artigiano, poeta e testimone della storia del quartiere -Le voci degli abitanti di Tor Sapienza alla fermata del bus che raccontano l'odissea dei trasporti -Eleonora Tomei, giovanissima cantante di Tor Sapienza, famosa per la realizzazione di video cover su You Tube e per la sua partecipazione ai talent show musicali.