Roma, Ecoitaliasolidale: discarica Tragliatella nuova Malagrotta

Sis

Roma, 19 dic. (askanews) - "Giunge oggi la notizia che congiuntamente il Presidente della Regione Zingaretti e la Sindaca Raggi starebbero per decidere la creazione di una discarica definitiva a Roma a Tragliatella, in un'area di pregio dell'agro romano , in un territorio sprovvisto ancora di depuratore, dove per volontà congiunta PD e 5Stelle nascerà una nuova Malagrotta. Una disfatta totale nella gestione dei rifiuti a Roma, un inganno verso coloro che hanno creduto alle promesse della campagna elettorale dell'attuale Sindaco Raggi che sosteneva mai discariche ed inceneritori, un incremento esponenziale di raccolta differenziata, la diminuzione della produzione dei rifiuti, la tariffazione puntuale".

E' il commento di Piergiorgio Benvenuti, ex Presidente di Ama ed oggi Portavoce del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale. "Per la prima volta nella storia della Capitale, la raccolta differenziata a Roma è diminuita scendendo dal 43,2% del 2017 al 42,9% del 2018. Lo ha certificato in questi giorni l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) che ha pubblicato il suo rapporto annuale sui rifiuti urbani - aggiunge - Non solo. Nello stesso tempo aumenta anche del 2,5% la produzione dei rifiuti, che si attesta a 1,7 milioni di tonnellate per un valore di 605 kg l'anno per abitante, con un incremento di 18 kg annui. Il terzo dato negativo è la percentuale di utenti interessati dal servizio porta a porta, il miglior metodo per incrementare la differenziata, che diminuisce dal 33% del 2017 al 31% del 2018".

"Ad oggi - constata Benvenuti - intanto i cassonetti proseguono a non essere svuotati a cadenza regolare, l'azienda Ama prosegue con i bilanci non approvati dal 2017, con un piano industriale ancora non definitivamente approvato, dei 2.500 mezzi a disposizione di Ama, ad oggi sono funzionanti solamente il 55%, poco più della metà. Mezzi peraltro fortemente inquinanti, tanto da essere esclusi dalla delibera che vieta dal 1 novembre il transito delle vetture Euro3. Gli impianti in totale affanno, i centri di trasferenza neanche l'ombra , lo stesso numero di isole Ecologiche del periodo 2011-2013 ed ora ritorna l'unica ipotesi quella di una nuova discarica nella Capitale. E' la certificazione "conclude Benvenuti- che siamo passati da un programma 'green' verso Rifiuti Zero, al fallimento totale nella gestione e trattamento dei rifiuti a Roma".