Roma, Ecoitaliasolidale: moria di pesci alla foce del Tevere

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 ago. (askanews) - Nuova moria di pesci sulla costa romana, questa volta segnalata nel tratto fra Fregene e Maccarese, all'altezza della foce dell'Arrone ed a Fiumicino alla foce del Tevere. Ed immediato è stato l'intervento delle squadre della Capitaneria di Porto di Roma e del servizio veterinario della Asl.

A rendere noto il fatto sono Piergiorgio Benvenuti e Giuliana Salce, rispettivamente presidente e responsabile per il Lazio del movimento ecologista Ecoitaliasolidale che questo pomeriggio hanno effettuato un sopralluogo alla foce del Tevere. "Più volte si sono nel tempo verificate morie di pesci sia lungo il Tevere che nelle coste romane - spiegano in una nota - ed i dubbi e le ipotesi sono sempre le stesse. L'inquinamento causato dalle piogge che tramite i canali e fiumi giunge direttamente sino al mare, insieme ai pesci privi di vita, o sversamento di pesticidi ed inquinanti".

"Sta di fatto che è necessario un immediato accertamento delle responsabilità per comprendere esattamente le dinamiche dell'episodio, bloccare fenomeni di inquinamento ed accertare il grado di tossicità che sta interessando il litorale romano, per difendere l'equilibrio ambientale, la sicurezza dei cittadini, dei turisti e le attività economiche come il turismo e la pesca. Continuamente i pesci privi di vita galleggiando sono arrivati dal Tevere sino al mare per l'intera giornata odierna come abbiamo potuto direttamente verificare. Indispensabili accertamenti - continuano gli esponenti di Ecoitaliasolidale - che debbono essere immediati e non certamente, come è purtroppo avvenuto in passato, con tempi e lungaggini burocratiche"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli