Roma, esasperato da liti vicinato tenta di demolire due case con ruspa

Roma, 23 giu. (LaPresse) - Sono riconducibili a questioni relative ad una servitù di passaggio di un vialetto i motivi che questo pomeriggio intorno alle 16 hanno fatto esplodere la rabbia del proprietario di una villetta in via Galatea, nel quartiere di San Basilio, a Roma. L'uomo si sarebbe presentato a casa dei due vicini armato di macete e dopo averli minacciati, il 78enne è tornato a bordo di una ruspa e ha demolito i muretti delle abitazioni dei suoi vicini con i quali era in lite da diverso tempo. A bordo del mezzo d'opera ha poi caricato un gazebo e le tre auto dei vicini tentando di trasportarle sulla strada.

Diverse le segnalazioni giunte al 113 della questura che ha immediatamente inviato sul posto alcuni equipaggi. Non è stata sufficiente nemmeno la presenza degli uomini in divisa a calmare le ire incontrollate dell'uomo che ha tentato di investire l'auto della polizia e i poliziotti. Gli agenti sono poi riusciti a salire a bordo della cabina del mezzo e sono riusciti a bloccare l'uomo. Accompagnato negli uffici del commissariato San Basilio, il 78enne è stato arrestato per il reato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni e danneggiamento. L'uomo, con qualche piccolo precedente, in passato è stato anche destinatario di un provvedimento di diniego alla detenzione di armi. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori all'origine della spropositata reazione dell'uomo ci sarebbero quindi dei vecchi contrasti e dissapori formalizzati in reciproche comunicazioni legali che non avrebbero soddisfatto le sue aspettative.

Ricerca

Le notizie del giorno