Roma, fermato rapinatore seriale dei supermercati: almeno 11 i colpi

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 3 nov. (askanews) - Fermato dalla polizia il rapinatore seriale di Casal Bruciato: almeno 11 i colpi portati a termine, tutti ai danni dei supermercati del quartiere romano.

Nei giorni scorsi, gli investigatori della polizia di Stato dei "Falchi" della sesta sezione "contrasto al crimine diffuso" della squadra mobile della Questura di Roma, hanno sottoposto, di propria iniziativa, a Fermo di indiziato di delitto un cittadino romano, 40enne, ritenuto autore di 11 rapine aggravate, commesse nel quartiere Casal Bruciato a danno di supermercati, tra settembre e ottobre.

L'attività d'indagine, avviata dall'analisi dei sistemi di videosorveglianza, ha consentito agli operatori della squadra mobile di ricondurre numerosi episodi al medesimo soggetto, descritto sempre con le stesse caratteristiche fisiche. Un soggetto, armato di coltelli o pistola, particolarmente magro e con una peculiare capigliatura con doppio taglio.

Inoltre numerose rapine si sono ripetute negli stessi supermercati.

Dal monitoraggio e dallo studio dello schema criminale, circoscritto in una delimitata area territoriale della Capitale, riconducibile al quartiere "Casal Bruciato", i poliziottihanno concentrato la propria attenzione su soggetti con precedenti per reati contro il patrimonio, residenti in zona.

In particolare è stata approfondita proprio la posizione del 40enne romano, con numerosi precedenti di polizia per rapina e costituzione fisica particolarmente magra. L'uomo era agli arresti domiciliari, circostanza che spiegava perchè i supermercati erano più volte colpiti e in un'area circoscritta del quartiere: poter agevolmente guadagnare la via di casa senza destare sospetti.

Dopo una serie di servizi specifici antirapina, nei supermercati già rapinati, per intercettare il potenziale autore, di seguito all'ennesimo colpo, gli agenti si sono immediatamente diretti a casa del 40enne sospettato e hanno visto una figura, compatibile con la sua, che rincasava di fretta.

A quel punto l'uomo è stato sottoposto a verifica domiciliare e aveva indosso un modello di scarpe simile quelle indossate dal rapinatore poche decine di minuti prima. Di fronte all'evidenza dei fatti, il 40enne ha ammesso la propria responsabilità, confermando di aver gettato, durante la fuga, gli abiti indossati e di aver commesso questa e precedenti rapine violando la misura degli arresti domiciliari cui era sottoposto.

Nel corso della successiva perquisizione domiciliare sono stati trovati numerosi abiti indossati dall'uomo in occasione delle precedenti rapine, alcuni dei quali particolari e riconoscibili. Il 40enne è stato arrestato per evasione e contestualmente sottoposto a fermo di indiziato di delitto per 11 rapine contestategli. Il 40enne è stato anche riconosciuto con individuazione fotografica. Al termine del previsto iter giudiziario, è stato sottoposto alla misura cautelare della custodia in carcere, disposta dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica che ha coordinato le indagini, in quanto ritenuto responsabile di 11 rapine ai supermercati di Roma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli