Roma, Figliomeni (Fdi): Raggi ferma diesel ma non potenzia bus

Sis

Roma, 14 gen. (askanews) - "Ci risiamo. Oggi il Campidoglio blocca all'incirca 700mila auto diesel tra cui molte euro 6, ovvero auto nuove immatricolate da poco, ma con la consueta sagacia che contraddistingue il M5s, non potenzia i mezzi pubblici. Capiamo i problemi di smog che possono arrecare danno alla salute, ma non è tollerabile la consueta pochezza della giunta grillina che mette in atto dei provvedimenti restrittivi, senza dare soluzioni coerenti in grado di mettere i cittadini in condizione di potersi muovere per recarsi al lavoro o in tutte le altre mete previste" Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d'Italia e vicepresidente dell'Assemblea capitolina. "Se poi ci mettiamo che oggi i varchi della Ztl erano accesi senza deroghe per la situazione corrente - aggiunge Figliomeni - non possiamo che sottolineare l'ottusità di chi gestisce la mobilità capitolina. Come al solito siamo alle consuete forme repressive messe in atto dai grillini che, invece di andare incontro a chi deve muoversi per la città, penalizzano le persone, beffandole." "Le emergenze ambientali non si affrontano in questo modo ma con un piano anti inquinamento studiato nei minimi particolari - sottolinea - con l'ausilio di esperti del settore, chiedendo anche dei fondi alla Comunità Europea, a cui diamo tanto in prima persona ma da cui riceviamo poco. Questi provvedimenti 'spot' della Raggi e della sua Giunta, tentano di affrontare l'emergenza senza una strategia precisa. Così dopo l'emergenza rifiuti, visto che domani chiude la discarica di Colleferro, siamo anche all'emergenza smog, con una città, Roma, sull'orlo dell'abisso".