Roma, Flash Mob dei Fridays davanti a Enel: "fa greenwashing"

Sis

Roma, 26 set. (askanews) - Alla vigilia dello Sciopero globale sul clima che si svolgerà domani in oltre 160 piazze italiane i Fridays for future di Roma hanno condotto un flash mob di fronte alla sede romana di Enel di Viale Regina Margherita. "Siamo nel pieno di una crisi ambientale e voi parlate solo di soldi e favole su un'eterna crescita economica...How dare you!?". Così uno striscione, che riprende alcune parole dell'ultimo discorso di Greta Thunberg all'Onu, è comparso oggi sotto l'insegna della sede romana dell'azienda. "Mentre l'amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, partecipa al Climate Summit - hanno denunciato gli attivisti - il gas non può rientrare nella nostra transizione ecologica. Gli ultimi studi dimostrano che una centrale a gas costruita oggi causa delle emissioni pari se non superiori ad una centrale a carbone esistente. A chi conviene dunque una conversione di questo tipo? Ad Enel e ad altre imprese energetiche. Ma oltre al danno, c'è anche la beffa: Enel, per questa conversione farlocca, pretende dei sussidi pubblici". "Abbiamo bisogno di una transizione ecologica democratica, che preveda una reale riconversione della produzione energetica - sostengono attiviste e attivisti - e che si fondi sulle necessità materiali dei molti e non sui profitti di quei pochi che stanno maggiormente contribuendo all'inasprirsi dell'attuale crisi climatica. Non saremo noi, cittadini, utenti, lavoratrici e lavoratori, a pagare. Dovrà pagare chi ha speculato sull'ambiente, sulle nostre vite e sul nostro futuro". Domani Fridays For Future scende in piazza a Roma dandosi appuntamento alle ore 10 in Piazza della Repubblica.