Roma, fondi al teatro Eliseo: a giudizio Luca Barbareschi

Nav

Roma, 27 nov. (askanews) - Rinviato a giudizio Luca Barbareschi. Il gup Wilma Passamonti del tribunale di Roma ha accolto le richieste della Procura capitolina e disposto il processo nei confronti dell'attore, ex deputato e direttore artistico del teatro Eliseo per l'accusa di aver esercitato pressioni illecite per ottenere dei fondi pubblici. Per raggiungere i suoi scopi - secondo le accuse formulate dal pm Antonio Clemente - Barbareschi si sarebbe avvalso dell'appoggio dell'ex ragioniere generale dello Stato Andrea Monorchio, suocero dell'attore, e di un ex consigliere parlamentare. Oggi la prima udienza è stata fissata per il 22 aprile prossimo, davanti al giudice monocratico dell'VIII sezione del tribunale di piazzale Clodio.

Nel capo d'imputazione, nel particolare, si contesta la fattispecie di traffico d'influenze illecite. Secondo la ricostruzione dell'accusa nell primavera del 2017 Barbareschi, nella speranza di tirar fuori l'Eliseo dalla crisi, cerca di intervenire sulla finanziaria che è in fase di definizione. Il portaborse, infine, in cambio della sua attività di lobbing, avrebbe ottenuto l'assunzione della figlia ad una spa riconducibile a Barbareschi, e la promessa di 70mila euro. Alla fine le pressioni hanno successo ed i 4 milioni di euro sperati a favore dell'Eliseo arrivano.