Roma, Fonseca ammette: "La squadra non ha fiducia, contava vincere"

Paulo Fonseca in conferenza stampa ha protestato per il calendario folto dei giallorossi: "I giocatori ne risentono, non capisco".

La Roma torna alla vittoria dell'andata dei sedicesimi di Europa League contro il Gent grazie al primo goal in giallosso di Carles Perez, giovane esterno acquistato dal Barcellona a gennaio e alla prima da titolare.

Paulo Fonseca, intervistato da 'Sky Sport' al termine della gara, ammette di non aver visto una grande Roma anche stasera.

"Non abbiamo fatto una partita di qualità ma la cosa più importante era vincere e non subire goal. I giocatori hanno lottato contro una squadra forte. Carles Perez? Non è un goleador ma può fare qualche goal, oggi ha fatto una buona partita. E' un ragazzo con qualità che può aiutarci".

In particolare i giallorossi faticano a costruire l'azione da dietro come invece gli riusciva fino a qualche settimana fa.

"Dobbiamo non rischiare tanto in questo momento, adesso non abbiamo fiducia. Cambiare? Quest'anno ho cambiato più che nel resto della mia carriera, ora non dobbiamo cambiare ma migliorare. Cambiare sistema non avrebbe aiutato la squadra ma se pensassi il contrario lo farei".

Infine il tecnico portoghese ribadisce la sua filosofia, tesa sempre a mantenere il controllo del gioco.

"Io penso che la miglior difesa è avere la palla ma per fare questo abbiamo bisogno di avere giocatori in fiducia, che vogliano la palla tra i piedi. Io voglio avere la palla per cercare soluzioni offensive mentre oggi la squadra non ha rischiato molto. Fischi a Pellegrini? Lui è molto importante in questa squadra e se non è in un grande momento dobbiamo aiutarlo".