Roma fuori dalla Coppa Italia: Verde castiga i giallorossi in nove, caos sesto cambio

Omar Abo Arab
·4 minuto per la lettura

E il primo obiettivo della Roma, forse quello più "facile", è già volato via. I giallorossi vengono eliminati dalla Coppa Italia (ancora una volta) contro uno Spezia pieno zeppo di riserve.

L'esultanza dello Spezia | Silvia Lore/Getty Images
L'esultanza dello Spezia | Silvia Lore/Getty Images

Pronti via e dopo 30" Borja Mayoral è bravo a rubare il tempo a Krapikas dopo una lettura errata della difesa ligure, ma poi sparacchia alto sprecando la chance per il vantaggio. Al 4', alla prima sortita offensiva ospite di Maggiore Ghersini vede un contatto con Cristante e concede il rigore. Dal dischetto il rientrante Galabinov non sbaglia, è 1-0 Spezia.

Il rigore di Galabinov | Paolo Bruno/Getty Images
Il rigore di Galabinov | Paolo Bruno/Getty Images

La Roma risponde con una bell'azione Borja Mayoral-Bruno Peres e il cross del brasiliano che Pedro indirizza di tacco verso la porta. È calcio d'angolo. Ma al 14' Kumbulla si inventa assist man e serve Galabinov, con il centravanti che a sua volta appoggia a Saponara: il neo acquisto ha tutto il tempo di controllare, mirare e fulminare Pau Lopez sul palo opposto per il 2-0.

L'esultanza di Saponara | Paolo Bruno/Getty Images
L'esultanza di Saponara | Paolo Bruno/Getty Images

I giallorossi provano a reagire nuovamente con Pedro, ma è Pellegrini a calciare a lato da ottima posizione al 22'. Tre minuti dopo pallone di Pellegrini al centro per l'accorrente Borja Mayoral, Ramos è provvidenziale ad anticiparlo e mettere in corner. Al 27' Spinazzola manda al bar Vignali e calcia in porta, Krapikas devia in angolo, ma non per Ghersini. Il portiere dello Spezia si ripete subito dopo con una gran parata sulla botta di Pellegrini dalla distanza. Alla mezz'ora Mayoral anticipa due difensori sul cross di Peres, ma non inquadra la porta. I giallorossi continuano a premere e Pedro si costruisce un'ottima opportunità: ma invece di battere a rete, cerca un cross improbabile al centro. Al 41' Ismajli si fa anticipare da Pellegrini in area e Ghersini fischia il rigore: dal dischetto lo stesso Pellegrini spiazza Krapikas e accorcia sul 2-1.

Il rigore di Pellegrini | Paolo Bruno/Getty Images
Il rigore di Pellegrini | Paolo Bruno/Getty Images

La ripresa comincia con gli stessi 22 del primo tempo e la Roma continua a dominare, ma sbatte ancora sull'ennesimo tacco, mancato da Borja Mayoral su un gran recupero e successivo cross di Mkhitaryan. La pressione giallorossa si affievolisce, ma al 67' Borja Mayoral praticamente a porta spalancata spara alto da 1 metro. Al 70' Mkhitaryan, servito da Peres, ha una buona occasione dal limite, ma non inquadra la porta. L'armeno si rifa dopo 3' e con un meraviglioso tocco sotto supera Krapikas per il gol del 2-2.

Passano pochi secondi e ancora i giallorossi si rendono pericolosi con il tiro di Karsdorp deviato da Pedro prima e Mayoral poi: palla alta. Al 79' ci prova Deiola dalla distanza, ma non inquadra la porta. Borja Mayoral prosegue la sua serata da incubo mangiandosi clamorosamente il terzo gol davanti a Krapikas. Nei 5' di recupero è lo Spezia ad avere la grande occasione con Piccoli e la sua girata a centro area, ma Pau Lopez con una gran parata salva i suoi. Si va così ai supplementari.

L'espulsione di Pau Lopez | Paolo Bruno/Getty Images
L'espulsione di Pau Lopez | Paolo Bruno/Getty Images

Nella Roma entra Dzeko, ma nel giro di 1' accade una cosa probabilmente vista poche volte sui campi di calcio: Mancini, già ammonito, fa un fallo gratuito e prende il secondo giallo, sulla stessa punizione la difesa giallorossa, immobile, si fa scavalcare e Pau Lopez, uscito al limite dell'area, liscia il pallone e falcia Piccoli: espulso. Roma in 9 in poco più di 40". Al 97' Verde mette un cross per la testa di Saponara, che però manda alto. Al 100' Maggiore dal limite scarica a rete, ma un ottimo intervento di Fuzato mette il pallone in angolo. Tre minuti dopo Dzeko ha una grande chance, ma per tirare aspetta l'intervento del difensore che lo stoppa. Al 2' del 2° tempo supplementare è Verde, di testa, a realizzare il classico gol dell'ex: 2-3. Al 118' Saponara firma il poker con un bellissimo pallonetto, 4-2 Spezia. La cosa ancora più incredibile è che la Roma, in ogni caso, avrebbe perso la gara a tavolino dopo aver effettuato il sesto cambio, pensando si potesse fare nei supplementari.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Roma e della Serie A.