Roma, gli rifiutano più metadone. Lui distrugge sala S.Eugenio

Gci

Roma, 13 ott. (askanews) - I Carabinieri della Stazione Roma Eur hanno arrestato un 45enne romano, senza occupazione e con precedenti, con le accuse di estorsione e danneggiamento aggravato.

L'uomo è entrato nell'ospedale "Sant'Eugenio", in piazzale dell'Umanesimo, pretendendo, con atteggiamento minaccioso e violento, la somministrazione di una dose di metadone superiore a quella prevista dal trattamento terapeutico cui era sottoposto. Al rifiuto del personale sanitario, il 45enne ha dato in escandescenze e ha danneggiato una scrivania e ha lanciato e rotto delle suppellettili di una sala visite. I Carabinieri sono intervenuti e hanno bloccato l'uomo poi portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo.