Roma, Grancio(Misto): interroghiamo Raggi su tumori Rocca Cencia

Sis

Roma, 7 nov. (askanews) - "I dati epidemiologici sulle condizioni di salute dei 250.000 residenti nell'area dov'è operativo l'impianto di trattamento dei rifiuti TMB di Rocca Cencia, non possono essere trascurati. Si tratta di nove punti percentuali superiori alla media cittadina per la diffusione dei tumori ai polmoni, alla tiroide, per i linfomi e i melanomi, anomala anche la percentuale dei sofferenti di asma, in presenza di una concentrazione di polveri sottili troppo frequentemente al di sopra dei limiti di legge. Un segnale di allarme che richiede un urgente approfondimento, al quale non si può sottrarre la Sindaca nella sua qualità di autorità sanitaria". Cristina Grancio, capogruppo del Misto in Assemblea capitolina, ha presentato oggi un'interrogazione urgente alla Sindaca Virginia Raggi, concernente i dati sulle condizioni di salute dei residenti nel Distretto VI della ASL RM2, resi noti in un'intervista dalla responsabile dell'Unità di Epidemiologia Ambientale della Regione Lazio, questa sera in onda nel corso della trasmissione televisiva 'Piazzapulita' su LA7. "Da tempo i residenti nell'area di Rocca Cencia e gli addetti all'impianto AMA - prosegue la consigliera - segnalano condizioni ambientali molto critiche. Ho chiesto oggi alla Sindaca se non ritenga necessario ed urgente acquisire tutti gli elementi che riguardano il funzionamento dell'impianto e i controlli effettuati dall'AMA, riferendo in proposito, al più presto, in Assemblea capitolina. La legge attribuisce al Sindaco poteri di intervento in materia sanitaria, con ordinanze contingibili ed urgenti, e i cittadini hanno diritto di pretendere che sia fatto tutto il possibile per garantire condizioni di massima sicurezza per la salute."