Roma, Grancio (Misto): ricattatorio taglio stipendi Multiservizi

Sis

Roma, 15 ott. (askanews) - "Il taglio degli stipendi ai lavoratori di Roma Multiservizi è un provvedimento immotivato e ricattatorio. Non possono essere i dipendenti delle aziende partecipate a pagare il caos gestionale che sta conducendo al collasso servizi di primario rilievo per la città. Mi auguro vivamente che già nella giornata di oggi, nel corso dell'Assemblea capitolina, la sindaca Raggi e l'Assessore Lemmetti siano in grado di assicurare che il provvedimento della direzione della Multiservizi sia stato ritirato e che si affrontino rapidamente i problemi di rapporto con l'Ama, senza penalizzare indiscriminatamente chi vive del proprio lavoro". E' quanto dichiara Cristina Grancio, capogruppo del Misto in Assemblea capitolina, in ordine al taglio del 30% di tutti gli stipendi erogati dalla Roma Multiservizi SpA, confermato oggi dalla direzione dell'azienda, partecipata da Roma Capitale e da Ama, con un messaggio telefonico inviato ai dipendenti. La consigliera ha già depositato venerdì scorso un'interrogazione urgente sul tema.