Roma, Grassi (RsR): Cacciatore conferma bugie Raggi su rifiuti

red/gci

Roma, 1 lug. (askanews) - "Le dimissioni del consigliere regionale del M5S, Marco Cacciatore, confermano quanto da tempo noi andiamo sostenendo, ovvero che la sindaca Raggi si nascosta dietro il no e i veti per scaricare su altri la responsabilit delle sue mancate scelte nella gestione fallimentare dei rifiuti della Capitale". Cos in una nota Raimondo Grassi, presidente del movimento civico Roma Sceglie Roma.

"L'aver impedito emendamenti e proposte in sede regionale stata una scelta politica di un sindaco e di una Giunta irresponsabile, oltre che incapace, che ha preferito il giochino dello scaricabarile con la Regione Lazio pur di non assumersi le responsabilit date dal mandato dei cittadini. I romani in questi quattro anni hanno solo visto crescere il prezzo della tari, a fronte di una citt sempre pi sporca. Si costruito ad arte il "mostro" Malagrotta, poi il "mostro" termovalorizzatore, mentre in tutta Europa le metropoli sono dotate di impianti che trasformano i rifiuti in energia e quindi in risorsa utile, mentre le discariche vengono mantenute in forma ridotta e transitoria", prosegue Grassi.

"Sul tema dei rifiuti Roma Sceglie Roma a lavoro per costruire una proposta in grado di mettere questa citt al passo delle grandi Capitali europee, dotandosi di una "Cittadella dei rifiuti", gestiti per macroaree, dove poter gestire e trasformare in risorsa tutto ci che oggi viene spedito all'estero pagando con i soldi dei romani. Tutto questo sar possibile solo attraverso un processo condiviso e partecipato, dove prevalga il buon senso e non il NO a tutto, come fatto in questi anni dal M5S", conclude il presidente di Roma Sceglie Roma.