Roma: Grassi (RSR), giunta Raggi al capolinea

Gci

Roma, 30 set. (askanews) - "I dati contenuti nell'Indagine sulla Qualità della vita e dei servizi pubblici a Roma presentati oggi in Campidoglio sono la certificazione di un fallimento che rischia di lasciare la Capitale nel baratro dell'inefficienza e indietro anni luce rispetto alle grandi metropoli europee che crescono, sono garanzia di sviluppo e creano posti di lavoro per i giovani". Così in una nota Raimondo Grassi, presidente del movimento civico Roma Sceglie Roma.

"Da oltre cinque anni il gradimento dei romani per i servizi pubblici è insufficiente e raggiunge sempre più livelli bassissimi. Un'amministrazione bocciata sonoramente dai romani sul fronte dei trasporti e della gestione dei rifiuti, senza parlare della sicurezza, del degrado e di una città inaccessibile alle persone con problemi di deambulazione", aggiunge Grassi.

"Tutti questi dati, elaborati questa volta da un'agenzia interna al Campidoglio e quindi non certo contestabile di faziosità, dovrebbero spingere la giunta Raggi a fare un passo indietro, dopo essere rimasta immobile per tre anni e mezzo, nonostante dalla società civile siano giunti diversi appelli e suggerimenti per rimettere in moto la città. Roma Sceglie Roma lancia un appello a tutte le forze civiche della Capitale affinché ci si unisca attorno ad un grande progetto che mai come ora non può non partire dal tema del rilancio economico e sociale di una città in cui le imprese falliscono e preferiscono traslocare altrove. Nei prossimi mesi presenteremo il nostro progetto per la città e lo faremo con i tanti romani stufi di vedere la Capitale ridotta in queste condizioni e finita per avere un ruolo residuale e non funzionale dall'attuale governo", conclude Grassi.